Dopo tre vittorie consecutive, Roma cerca la vera impresa a Brescia

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

Sguardo alto, fiero, e spirito indomito. Dovrà affrontare così la trasferta lombarda la Roma Volley che viene da tre vittorie interne consecutive e non vuole fermarsi. Anzi, ha il dovere di provarci. A vedere la classifica il compito potrebbe risultare impossibile, ma la gara contro la Centrale del Latte Sferc Brescia, valida per la sesta giornata del girone di ritorno, potrebbe regalare delle soddisfazioni se interpretata bene, se giocata con il giusto atteggiamento e una grande attenzione tattica.

Sarà una partita da testacoda, infatti i ragazzi di Zambonardi hanno perso solamente tre volte, l’ultima proprio sette giorni fa sul campo di Leverano, mentre hanno vinto 14 partite, in classifica sono al secondo posto con 37 punti, cinque in meno di Mondovì. Una squadra che non molla, cinque volte si è aggiudicata il quinto set. Ha poi giocatori di esperienza come Tiberti in palleggio, Cisolla e Bisi come attaccanti assieme a Milan. Roma dal canto suo ha trovato un nuovo assetto e sta in una buona condizione mentale, ecco perché dovrà giocare (domenica alle ore 19.00 diretta Lega Volley Channel) senza avere nulla da perdere.

Il tecnico Mauro Budani è ottimista e sul match dice: “Sono molto carico, è una partita che ci possiamo giocare. Sono assolutamente convinto dei nostri mezzi, siamo cresciuti molto, sotto ogni punto di vista, ho possibilità di fare i cambi, mentre loro sono calati, soprattutto nelle ultime partite. A parte la vittoria con Reggio Emilia non sono quelli dell’andata. Rimane comunque un’ottima squadra che dobbiamo rispettare. All’andata siamo stati messi sotto in battuta e sugli esterni, dobbiamo tenere d’occhio i laterali e poi controbattere. Dovremo, inoltre essere bravi a gestire i momenti complicati, dove ci sarà da giocarsela punto a punto o gestire una palla semplice. I ragazzi sono molto coscienti e presenti, le vittorie danno coraggio e convinzione”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE