La Chromavis chiude alla grande il girone d’andata: 3-0 in casa della Tecnoteam

LEAD_BASE_ALD

Di Redazione

E’ una Chromavis Abo bella e vincente quella che sabato ha fatto razzia sul campo comasco di Albese con Cassano, con la formazione di Leonardo Barbieri che ha chiuso il girone d’andata con un rotondo 3-0 a scapito della Tecnoteam. Per Offanengo, quinto successo consecutivo e sorpasso in classifica ai danni dell’avversario, con Porzio e compagne che balzano al quinto posto festeggiando l’ottava vittoria stagionale. Prosegue, dunque, la risalita della compagne cremasca, che si avvicina anche al quarto posto, occupato da Don Colleoni e ora a quattro lunghezze di divario.In terra comasca, la Chromavis Abo ha saputo dettare legge su un campo insidioso e contro una formazione di buon livello per la categoria. Primo (prestazione da manuale per le ragazze di Barbieri, con grande intensità difensiva tra recuperi e coperture) e terzo set dominati, mentre nel secondo c’è stato anche il cuore, con Offanengo avanti 1-6, raggiunta a quota 19, sorpassata (21-19), ma con la capacità di resistere, annullare un set point e sfruttare la prima occasione per il 26-24.Oltre alla già citata difesa, la Chromavis Abo ha messo in mostra anche una solida ricezione che ha garantito un bel ritmo di cambiopalla. Anche la fase break è salita sugli scudi, soprattutto con la battuta (9 ace, tre a testa per Porzio e Minati, quest’ultima decisiva nel parziale di 10 del primo set) e con il muro (11 block vincenti).Una bella prestazione di squadra nella pallavolo giocata e anche nell’interpretazione delle ragazze, con ben quattro atlete in doppia cifra oltre a Dalla Rosa arrivata a 8 punti: top scorer Veronica Minati con 15 punti, seguita dalle centrali Lisa Cheli (5 muri) e Francesca Gentili (67 per cento in attacco e punto conclusivo per l’ex di turno) a quota 11, oltre ai 10 punti di Porzio, preziosa anche in battuta in avvio di secondo e terzo set.Per Offanengo, ora un week end di sosta all’orizzonte prima di iniziare il viaggio nel girone di ritorno; prima tappa, il match casalingo di domenica 3 febbraio al PalaCoim contro Acqui Terme.

La Chromavis Abo scende in campo con il consueto 6+1 con Nicolini in palleggio, Minati opposta, Porzio e Dalla Rosa in banda, Cheli e Gentili al centro e Giampietri libero. Albese risponde con la diagonale Galazzo-Facco, con Piazza e Aliberti coppia centrale, Teli e Migliorin asse di posto quattro e Torrese libero.L’avvio è equilibrato, con Francesca Dalla Rosa che piazza il primo break (da 3-3 a 3-5). Il motore di Offanengo schizza subito a pieni giri, con recuperi di Giampietri e Porzio e una grande verve di squadra. Sul 3-7, coach Mucciolo ferma il gioco, ma non la corsa di Offanengo, spinta a suon di ace e battute vincenti di Minati. Altra sosta sul 3-10, ma ancora ace, difese e un attacco di Dalla Rosa per un parziale di 10-0 a favore di Offanengo (3-13). La Tecnoteam prova a scacciare i fantasmi ricucendo parzialmente con Facco (muro del 12-17, time out Barbieri). Niente paura per le cremasche, che con Minati, Cheli e Porzio tra attacchi e muri volano verso il 14-25.

Nel secondo parziale, la Chromavis Abo riparte ai mille all’ora con il turno in battuta di Porzio: ace dell’1-3 e due battute potenti chiuse sottorete da Gentili e Dalla Rosa. Time out comasco, poi Facco e l’ace di Teli valgono il -2 locale (5-7). La Tecnoteam si avvicina minacciosamente (11-12, muro di Galazzo), ma è prezioso l’ingresso in battuta di Rancati (ace del 12-15). Minati firma un altro ace (14-17), ma Albese trova l’aggancio a quota 19 con un secondo tocco di Galazzo. Time out Barbieri, anche se arriva il break di casa (21-19). Offanengo mantiene il sangue freddo, pareggia a quota 22 con Minati e sfrutta la stessa opposta per chiudere 24-26.

Scampato il pericolo, le cremasche ripartono ottimamente nel terzo set, trovando nuovamente un alleato prezioso nella battuta: ace di Porzio per l’1-4, stessa musica per Gentili (3-7, time out). Albese resta in carreggiata fino all’8-11, poi sul turno in battuta di Nicolini (condito da un ace) arriva il parziale di 0-5 che taglia le gambe (8-16).  Nel finale, sale in cattedra il muro di Offanengo con il trio Gentili-Nicolini-Cheli, con la centrale bolzanina della Chromavis Abo che firma anche l’ultimo punto del 14-25 e del conseguente 3-0 per le ospiti.

Le dichiarazioni del dopo partita Francesca Gentili (centrale Chromavis Abo):“Per me è stata un’emozione tornare qui dove ho giocato due anni fa, vedendo molta gente a cui voglio tanto bene. Sapevamo fosse una partita molto importante e sono felicissima per la squadra, quindi per me è un’emozione doppia. Dove vogliamo arrivare? Ora continuiamo a pensare partita per partita, ma il nostro obiettivo è arrivare ai play off. Adesso arriva la pausa che ci permetterà di ricaricare le batterie, poi penseremo al girone di ritorno: dovremo fare la differenza”.

Veronica Minati (opposta Chromavis Abo):“Mi sentivo bene, in partita, e sono doppiamente felice, ma è sempre frutto del lavoro che facciamo tutti insieme: da soli non si porta a casa il match. Abbiamo offerto una grande prestazione di squadra soprattutto a livello caratteriale; siamo state brave a tener botta anche nel secondo set, lottando punto a punto e tirando fuori la grinta che forse fino a oggi non si era ancora vista così”. 

TECNOTEAM ALBESE-CHROMAVIS ABO 0-3 (14-25, 24-26, 14-25)

TECNOTEAM ALBESE: Galazzo 2, Teli 5, Piazza 3, Facco 12, Migliorin 6, Aliberti, Torrese (L), Citterio 1, Santamaria 6, Laffranchi, Amicone. N.e.: Bonelli. All.: Mucciolo

CHROMAVIS ABO: Cheli 11, Nicolini 3, Porzio 10, Gentili 11, Minati 15, Dalla Rosa 8, Giampietri (L), Rancati 1. N.e.: Marchesi, Colombetti (L), Russo, Raimondi. All.: Barbieri

ARBITRI: Elisabetta Previtali e Barbara Manzoni 

Sandlovers_LEADERBOARD