Vettori e il rapporto con Lorenzetti: “Quando le cose andavano meno bene c’era una sorta di silenzio – assenso. Ci siamo aspettati”

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto LVM

Di Redazione

Artefice della grande vittoria dell‘Itas Trentino contro i campioni d’Italia della Sir, è stato sicuramente l’opposto Luca Vettori, come riportato anche nell’edizione odierna del “Corriere dello Sport“, che dopo un avvio di stagione difficile, è riuscito a ritrovare la propria “verve” e a giocare ad alti livelli. Una stagione in cui sembra essersi totalmente ritrovato, grazie anche al suo allenatore Angelo Lorenzetti, con cui aveva già vinto tanto a Modena.

L’opposto azzurro, quando gli viene chiesta l’importanza del coach di Fano, risponde:
“L’anno scorso abbiamo ricominciato a lavorare insieme in un ambiente nuovo e nel momento in cui alcune situazioni di gioco andavano meno bene c’è stata quasi una sorta di silenzio-assenso da parte di entrambi. Ci siamo aspettati e abbiamo lavorato focalizzandoci sugli obiettivi. Durante la preparazione si respirava una bellissima atmosfera e c’era grande energia, da parte nostra e di tutto lo staff. Per me è stato un po’ come ripartire da zero. Anche se azzerare non è la parola giusta, perché in realtà dovevo solo migliorare aspetti tecnici che in precedenza non avevo mai curato come volevo, a causa di un calendario troppo fitto di impegni».

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE