Il 2019 dell’Imoco. Santarelli: “Dopo Lowe cerchiamo una giocatrice completa”

ISPEDIA_LEADERBOARD
FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Di Redazione

L’anno nuovo si apre per l’Imoco Conegliano con la notizia dell’arrivo di Karsta Lowe. L’opposto a stelle e strisce inizierà definitivamente gli allenamenti una volta smaltito il jet-lag. Daniele Santarelli, head coach dell’Imoco, commenta il nuovo acquisto e la prima parte di stagione delle sue ragazze in un’intervista al Corriere del Veneto: «È stato un anno bello e gratificante, i traguardi raggiunti non hanno bisogno di commenti e la speranza, prima di tutto, è quella di ripetersi in Italia. Tutto il resto verrà di conseguenza, la Champions resta un sogno».

Ma anche di episodi che hanno segnato l’allenatore sotto la sfera personale.
«La morte di mio padre è un dolore con cui è difficile convivere tuttora. Dal punto di vista emotivo mi ha accompagnato anche al momento delle partite, durante gli allenamenti e nell’attività di tutti i giorni. Al 2019 chiedo prima di tutto la salute».

Il nuovo anno si apre per l’Imoco con l’arrivo dell’americana Karsta Lowe.
«Ci siamo scambiati qualche messaggio su whatsapp, oggi la vedrò per la prima volta in palestra, ma per il primo allenamento penso che bisognerà attendere domani. Con lei e Samantha Fabris siamo a posto nel ruolo di opposto». L

Ad essersi infortunata è anche la schiacciatrice Easy, tuttavia Santarelli non sembra essere predisposto ad una sostituzione. A meno che..
«La verità è che cerchiamo un’altra schiacciatrice, una giocatrice completa che sappia attaccare ma anche difendere. Non è facile trovarla a gennaio, mese in cui di solito le atlete brave chi le ha se le tiene. Aspetteremo fino alla fine del mese, ma non acquisteremo tanto per acquistare. Se non riusciamo a trovare quello che ci serve non sostituiremo Easy».

(Fonte: Corriere del Veneto)

Spalding_Leaderboard