Cristian Savani, il giocatore giusto al momento giusto: “Se sono venuto a Siena è perchè credo nella salvezza”

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

Lo schiacciatore Cristian Savani si è allenato anche nei giorni scorsi con l’obiettivo di essere nel più breve tempo possibile al top della condizione e dare quindi una mano alla sua nuova squadra, la Emma Villas Siena, che lotterà con l’obiettivo di raggiungere la salvezza nel campionato di Superlega.

Il giocatore ha lavorato in palestra con lo staff biancoblu e adesso non vede l’ora di poter debuttare con la maglia senese: “Questa è una città meravigliosa, assolutamente stupenda – afferma –. Mi sto trovando bene qui e si vede subito che la società è molto ben organizzata. Conosco già una parte dei ragazzi di questo gruppo, con Ishikawa e Maruotti ho giocato a Latina, sono buonissimi pallavolisti dotati di eccellenti qualità. Con Giovi ho condiviso anche l’esperienza in Nazionale, è un ottimo libero ed è pure un ragazzo che fa gruppo e spogliatoio. Sarà importante avere il morale alto, certamente non dobbiamo arrenderci. Se sono venuto a Siena è perché credo in questo gruppo e nelle possibilità di centrare la salvezza in Superlega. Si deve essere tranquilli, servono determinate sicurezze nei momenti più importanti delle partite. Il miglior antidoto è naturalmente quello di vincere le gare, lotteremo tutti insieme per farlo”.

Cristian Savani ha assistito da bordo campo al PalaEstra alla gara che Siena ha disputato il 26 dicembre contro Trento. Molti tifosi biancoblu sono andati a salutarlo e ad accoglierlo nel palazzetto di viale Sclavo e hanno chiesto di potersi scattare fotografie e selfie con lui: “Perdere contro Trento ci sta, può capitare – commenta lo schiacciatore della Emma Villas –. La Itas è una squadra che ha tante certezze e che riesce a non demoralizzarsi e a non perdere la calma e la pazienza anche quando attraversa delle difficoltà durante una sfida. Noi dobbiamo lavorare per crescere e migliorare. Io sto lavorando al PalaEstra per essere al top nel più breve tempo possibile. Voglio dare il mio contributo per questa squadra. In Italia siamo famosi per avere uno dei migliori campionati al mondo. La Superlega è divertente, stimolante ed emozionante proprio per questo, qui abbiamo tanti straordinari giocatori. Noi dobbiamo pensare a quello che dobbiamo fare, dobbiamo darci dentro e lavorare per centrare risultati positivi nei prossimi match”.

Savani ha scelto il numero di maglia numero 82.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE