Derby amaro per la Chromavis Abo: festeggia Ostiano (1-3)

Spalding_Leaderboard

Di Redazione

Un buon inizio, poi tanto buio, il grande cuore, la rimonta che però non è bastata per riaprire completamente il discorso.
E’ un derby amaro quello vissuto dalla Chromavis Abo, che al PalaCoim di Offanengo ha ceduto in quattro set alla Csv-Ra.Ma. Ostiano, incassando così la quinta sconfitta stagionale in otto partite e rimanendo ancorata all’ottavo posto con dieci punti all’attivo.
Dopo il ko di otto giorni prima a Trescore, ci si aspettava una reazione da parte di Porzio e compagne nella sfida tutta provinciale. A livello caratteriale, in effetti la squadra di Giorgio Nibbio ha saputo rispondere in parte, sebbene solo con l’acqua alla gola dopo aver perso un primo set equilibrato (poi chiuso 21-25) e aver giocato malamente la seconda frazione (18-25).
I fantasmi del periodo-no delle cremasche si sono palesate anche nella terza frazione, quando sotto 2-0 e 2-10 la Chromavis Abo ha saputo aggrapparsi con le unghie all’incontro, riuscendo a riaprirlo grazie al 25-21.
Sembrava essere iniziata la classica partita dai due volti, con Offanengo rinvigorita e Ostiano in calo. Così, in effetti, è stato  per una parte del quarto set, poi alcuni errori gratuiti tra battute sbagliate e attacchi out hanno aiutato la squadra di Bolzoni a ritrovare la solidità, viaggiando verso il 19-25 che ha chiuso la sfida.
Mvp del derby, la palleggiatrice ospite Giorgia Arcuri (una delle due ex di turno), premiata dal direttore sportivo della Chromavis Abo Stefano Condina.
A livello di fondamentali, cremasche meglio in battuta (11 ace dei quali 6 di Porzio), mentre le cremonesi hanno fatto meglio a muro (13 a 7 con 6 block vincenti dell’altra ex Noemi Barbarini), mentre ricezione e attacco si sono sostanzialmente equivalsi. A livello individuale, invece, top scorer Chromavis Abo è risultata la centrale Lisa Cheli con 16 punti, seguita dall’opposta Veronica Minati a 15 e da capitan Noemi Porzio a 13. Ostiano, invece, ha raccolto tanto dall’asse di posto quattro Vidi-Boninsegna (20 e 18 punti), supportate da Barbarini (15).
Sabato alle 20,30 Porzio e compagne scenderanno in campo a Varese contro la Scuola del Volley allenata dall’ex Annalisa Zanellati.
LE DICHIARAZIONI POST PARTITA:
Stefano Condina (direttore sportivo Chromavis Abo): “Complimenti a Ostiano e al suo allenatore Bolzoni: hanno vinto meritatamente la partita dimostrandosi più forti. Al PalaCoim c’era tanto pubblico e questa è l’unica nota positiva della giornata. Un grazie particolare va ai ragazzi della curva che hanno tifato dall’inizio alla fine e meritano una squadra che lotta”.
Risultati ottava giornata serie B1 femminile girone A:
Chromavis Abo-Csv-Ra.Ma. Ostiano 1-3
Don Colleoni-Florens Re Marcello Vigevano 0-3
Futura Giovani Busto-Acciaitubi Picco Lecco 3-0
Arredo Frigo Makhymo Acqui-Capo d’Orso Palau 3-0
Parella Torino-Lilliput Settimo Torinese 1-3
Tecnoteam Albese-Pneumax Lurano 3-1
Volley 2001 Garlasco-Scuola del Volley Varese 0-3
Classifica:
Futura Giovani Busto 23, Acciaitubi Picco Lecco 20, Florens Re Marcello Vigevano 19, Don Colleoni 18, Csv-Ra.Ma. Ostiano 17, Lilliput Settimo Torinese 16, Tecnoteam Albese 14, Chromavis Abo 10, Parella Torino 9, Arredo Frigo Makhymo, Capo d’Orso Palau 6, Volley 2001 Garlasco 4, Pneumax Lurano, Scuola del Volley Varese 3.
CHROMAVIS ABO-CSV-RA.MA. OSTIANO 1-3
(21-25, 18-25, 25-21, 19-25)
CHROMAVIS ABO: Porzio 13, Cheli 16, Nicolini 5, Rancati 2, Gentili 7, Minati 15, Giampietri (L), Dalla Rosa 8, Russo, Raimondi, Marchesi. N.e.: Colombetti. All.: Nibbio
CSV-RA.MA. OSTIANO: Boninsegna 18, Barbarini 15, Dalpedri 3, Vidi 20, Frugoni 8, Arcuri 2, Paris (L), Ravera 3, D’Aurea 1. N.e.: Feroldi, Visioli, Zagni, Braga.  All.: Bolzoni
ARBITRI: Andrea Savino e Gianluca Fumagalli
LA PARTITA – Rispetto a sabato scorso, la Chromavis Abo vede in posto quattro Giorgia Rancati al posto di Francesca Dalla Rosa e in diagonale con Noemi Porzio, mentre invariato è il resto del 6+1 con Nicolini in palleggio, Minati opposta, Cheli e Gentili centrali e Giampietri libero. Ostiano risponde con l’ex Arcuri in regia, Dalpedri opposta, Boninsegna e Vidi in banda, Frugoni e l’altra ex Barbarini al centro e Paris libero.
Il primo break è di marca locale, con Minati che spinge Offanengo verso il 5-3 e il 7-4. Un servizio ficcante chiuso da Barbarini scuote Ostiano (8-7), che tenta a più riprese l’aggancio che arriva a quota tredici con un muro. Time out Nibbio, ma Frugoni trova l’ace su Rancati, avvicendata da Dalla Rosa. Barbarini chiude la strada a Porzio con un muro (13-15); lo stesso fondamentale (questa volta con Dalpedri) premia la Csv-Ra.Ma, che poi scappa sul 15-19 approfittando di un fallo in attacco di Minati (toccata la linea dei tre metri). Altra sosta di marca locale, ma il break arriva a cinque lunghezze. Messa alle corde, la Chromavis Abo reagisce con il turno in battuta di capitan Porzio (ace per il 18-20, time out Bolzoni), poi Dalla Rosa trova il diagonale del -1 (19-20). La parallela di Vidi fa rifiatare Ostiano, che poi approfitta anche dell’ace di nastro di Barbarini (19-22).  E’ l’allungo decisivo, con Boninsegna che firma il 21-25.
Dopo il cambio di campo, coach Nibbio conferma Dalla Rosa tra le titolari e in generale la sua squadra riparte bene (4-1). Bolzoni cambia Dalpedri con Ravera, poi l’ace di Vidi e il muro di Arcuri ribaltano la situazione (5-6). Nibbio avvicenda Porzio inserendo Rancati, ma non tampona l’emorragia (6-8, time out). L’ace di Cecilia Nicolini rilancia la Chromavis Abo, ma Boninsegna rende pan per focaccia al servizio e Gentili attacca out. Dentro la giovane Russo (2001) al suo posto, anche se il martello della Csv-Ra.Ma. colpisce ancora dalla linea dei nove metri (9-13). A provare a prendere per mano Offanengo è Giorgia Rancati (attacco e muro per il -2), ma Vidi stoppa Minati per un nuovo gap cremonese (12-16), con l’ace di Ravera che vale il 12-17. Time out Nibbio, rientra Porzio, poi Marchesi rileva Minati, con Raimondi al posto di Nicolini sul 12-19. Il capitano delle cremasche ci prova (ace del 15-20), ma Ostiano è sempre saldamente al comando e chiude 18-25 con Boninsegna, volando così sul 2-0 a proprio favore.
Nel terzo set, Ravera è confermata nelle fila ospiti, che ripartono avanti 0-3, poi vanno avanti 1-5. Coach Nibbio ferma il gioco, ma Vidi e Frugoni ampliano il gap (1-8). Cambia la regia di Offanengo (Raimondi per Nicolini), altro time out (1-9), poi è il “solito” capitano a provare  a scuotere la squadra di casa con un doppio ace (5-10). Time out Bolzoni, poi il nastro aiuta Porzio, con Dalla Rosa che trova il -3 da posto quattro. Ancora Noemi per l’8-10, poi il doppio ace, questa volta di Cheli, vale il -1, con la parità che arriva a quota 12. La striscia si interrompe con il muro di Barbarini su Dalla Rosa, ma Gentili opera il sorpasso di Offanengo (15-14), con Minati che aggiunge un mattoncino a muro (17-15, time out Ostiano). Dalla Rosa difende, la stessa opposta contrattacca (19-16), ma la Csv-Ra.Ma. non è con la testa al quarto set, come testimonia il 19-19. In volata, Offanengo ci mette qualità (ace di Nicolini) e cuore e riapre il discorso (25-21).
Ora la squadra di Giorgio Nibbio ci crede, partendo bene nel quarto set grazie ai muri di Cheli e Nicolini (4-2). Boninsegna in block annulla subito il divario, ma la stessa palleggiatrice di Offanengo trova l’ace dell’8-7. L’ex Barbarini griffa il muro del 10-10, poi mette giù la fast del 14-16, con time out di coach Nibbio. La stessa centrale chiude in block uno scambio lunghissimo, poi l’ace di Arcuri e un’invasione spianano la strada alla Csv-Ra.Ma. (15-19). Dentro Russo per Gentili, cambio chiuso sul 16-21, poi l’attacco out di Vidi convince coach Bolzoni a fermare il gioco (18-21). Questa volta, però, la Chromavis Abo non bissa il miracolo: muro di Ravera, ace di Barbarini e festa ospite per il 19-25 a firma di Vidi.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019