Non passa il freddo russo al PalaBarton: travolta la Dinamo Moscow dai ragazzi di coach Bernardi

LEAD_INN_SUZUKI
Ufficio stampa Perugia

Di Redazione

La prima giornata di Pool E è favorevole alla Sir Colussi Sicoma Perugia che piega la resistenza della forte formazione russa. 18 a testa per Leon ed Atanasijevic. I tre muri consecutivi finali del cubano fanno esplodere il boato del gremito PalaBarton.

I Block Devils, che sfoggiano una fiammante divisa appositamente creata per l’Europa, sconfiggono in un gremito PalaBarton 3-0 i russi della Dinamo Moscow e si portano subito in testa, a pari punti con il Tours corsaro in casa dell’Arkas, nella Pool E della massima competizione per club a livello continentale.

Temeva alla vigilia la partita Lorenzo Bernardi, conscio delle qualità della formazione avversaria: aveva ragione il tecnico bianconero perché la Dinamo se l’è giocata a viso aperto, spingendo molto al servizio e mettendo in evidenza doti importanti in attacco, con l’olandese Kooy (19 punti) su tutti.

Perugia, però, forte delle sue sicurezze e della spinta del palazzetto, ha saputo spingere nei momenti chiave, trovando continuità in attacco (60% complessivo di squadra), grazie alla sapiente regia di De Cecco, e trovando tanti palloni buoni in contrattacco in virtù delle mille spettacolari difese di Max Colaci. A far legna in fase offensiva ci hanno pensato i “soliti noti” Leon ed Atanasijevic (18 punti a testa, 63% il primo, addirittura 70% il secondo) con Lanza a cucire da par suo in prima e seconda linea. A chiudere invece ogni strada agli avversari ci ha pensato il muro. E se Podrascanin è stato letale in primo tempo, Ricci ha suonato la carica nel terzo set con due punti consecutivi nel fondamentale, anche se a prendersi la scena a muro alla fine è stato Leon con 3 block consecutivi dei suoi 5 totali che dal 22-21 hanno scritto sul tabellone 25-21 con il PalaBarton esploso in un boato.

Prosegue dunque anche in Europa la striscia positiva di Perugia che ora è attesa da un doppio turno consecutivo casalingo al PalaBarton contro Monza e Ravenna. Dieci giorni molto importanti per i Block Devils che potranno lavorare senza trasferte da affrontare e che cercheranno di proseguire il proprio volo in Superlega.

IL MATCH

Formazione tipo per Lorenzo Bernardi al via. È di Atanasijevic il primo punto del match (1-0). Mette anche l’ace l’opposto serbo, poi missile di Leon e poi altro punto con il maniout di Atanasijevic (7-3). Altri due (attacco ed ace a 126 Km/h) stavolta di Leon (9-4). Mosca accorcia con due in fila di Kooy (12-8). Bel colpo di Lanza che riporta Perugia a +6 (17-11). Ace di Grankin (18-14). Altro servizio vincente, stavolta di Shcherbinin, e primo tempo di Vlasov. Mosca a -2 (20-18). Atanasijevic fa girare Perugia (21-18). Ci pensano ancora Atanasijevic e Leon a dare slancio ai Block Devils (24-19). Mosca annulla tre set point, due con Kooy ed uno con Vlasov (24-22). Fuori Leon (24-23). È fuori il servizio potentissimo di Kooy, il primo parziale è dei Block Devils (25-23).

Si riparte con due di Leon (2-0). Atanasijevic picchia come un fabbro da seconda linea (6-3). Ace di Grankin con Mosca che torna a contatto (7-6). Invasione aerea di De Cecco e si torna in parità (8-8). L’ace di Berezhko manda avanti i russi (8-9). Break degli ospiti con il muro di Grankin (12-14). I padroni di casa si scuotono ed impattano subito con il pallonetto di Lanza (14-14), Mosca controbatte subito con due di Kruglov (14-16). Pesta la linea dei tre metri Kooy (16-16). Scappa ancora Mosca con l’errore di Lanza (17-19). Kooy tiene il doppio vantaggio dei suoi (19-21). Ace di Ricci, Perugia pareggia i conti (22-22). Atanasijevic mura a uno Kruglov e porta i Block Devils al set point (24-23). Il muro russo annulla (24-24). Leon in pipe (25-24). Kruglov da posto due (25-25). Il muro di Leon (26-25). Ancora il cubano da posto quattro, è raddoppio bianconero (27-25).

Avvio di terza frazione con Kooy protagonista (1-4). I muri di Ricci impattano (4-4). Break dei russi con il muro di Shcherbinin (7-9). Doppia in palleggio di Grankin e parità (10-10). Prova ancora a scappare la Dinamo (12-14). Due in fila di Kooy, attacco ed ace (13-16). Atanasijevic accorcia (15-16). Punto di Berezhko (16-19). Perugia non ci sta e, con il solito Atanasijevic, e con Podrascanin, torna in corsa (19-19). Fuori Kruglov, vantaggio Sir Colussi Sicoma (20-19). Atanasijevic in diagonale stretta (22-21). Muro clamoroso di Leon (23-21). Altro muro del cubano e match point Perugia (24-21). È ancora Leon, ed ancora a muro, a chiudere nel boato del PalaBarton (25-21).

I COMMENTI A FINE MATCH:

Marko Podrascanin (Sir Colussi Sicoma Perugia): “Era una partita molto importante perché Mosca è una squadra davvero forte ed è stato fondamentale portare a casa la vittoria”.

Yury Berezhko (Dinamo Moscow): “Abbiamo commesso troppi errori durante la partita. Abbiamo ricevuto bene, il loro servizio non è stato eccessivamente incisivo, ma purtroppo abbiamo sbagliato troppo e questo è stato decisivo”.

IL TABELLINO

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – DINAMO MOSCOW 3-0 (25-23, 27-25, 25-21)

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco, Atanasijevic 18, Podrascanin 5, Ricci 4, Leon 18, Lanza 5, Colaci (libero), Hoogendoorn, Piccinelli, Della Lunga, Seif. N.e.: Galassi. All. Bernardi, vice all Fontana.

DINAMO MOSCOW: Grankin 3, Kruglov 8, Vlasov 3, Shcherbinin 3, Kooy 19, Berezhko 7, Chanchikov (libero), Kovalev, Bezrukov, Ostapenko. N.e.: Eremin (libero), Markin. All. Kolchin, vice all. Lisitskii.

Arbitri: Lucian-Vasile Nastase (ROM) – Roy Goren (ISR)

(Fonte: comunicato stampa)

 

LEAD_INN_SUZUKI