Migliorano lentamente le condizioni di Danielle Scott, operata dopo l’aggressione

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Di Redazione

C’è un cauto ottimismo sulle condizioni di Danielle Scott, la giocatrice americana due volte argento olimpico e cinque volte nella rappresentativa statunitense ai Giochi rimasta gravemente ferita ieri nel corso di un’aggressione durante una lite domestica tra sua sorella Stefanie e il marito, Michael Vallery avvenuta a Baton Rouge, Louisiana. Da quanto si è ricostruito l’uomo ha colpito con numerose coltellate sia Danielle, che si è posta come scudo davanti alla sorella, che Stefanie, che è deceduta poco dopo.

Fortunatamente illesa la figlia di Stefanie, Danielle, 26 anni, che porta lo stesso nome della sorella campionessa e che era presente durante l’aggressione.

Per quanto riguarda l’ex giocatrice i medici dopo il lungo intervento chirurgico di ieri reso particolarmente problematico da una vasta ferita al collo e da numerosi tagli a braccia e gambe, si riservano la prognosi ma dichiarano che Danielle al momento non sarebbe più in pericolo di vita. In tutta Baton Rouge dove la famiglia Scott era molto conosciuta è iniziata una gara di solidarietà per pagare i funerali di Stefanie che lascia cinque figli.

Spalding_Leaderboard