B2 femminile: una deconcentrata Conad Alsenese perde in tre set in casa del Busa Foodlab Gossolengo, nuova capolista del girone.

LEAD_Alfapaint_istit
Foto Ufficio stampa Conad Alsenese

Di Redazione

Almeno una lezione, semplice e insindacabile, si impara sempre dalle sconfitte, soprattutto se pesanti: non ripetere più gli stessi errori. Detta così sembra la fiera dell’ovvio ma per la Conad Alsenese deve essere rimarcata come un monito d’ora in poi, anche dopo le vittorie: nel derby – in programma per la sesta giornata di campionato – le gialloblu vengono sconfitte per 3-0 (25-17, 25-22, 25-15), restando a quota 10 e scendendo ora all’ottavo posto, per opera dell’imbattuta Busa Foodlab Gossolengo, nuova capolista a 15 punti.

Rispetto alle ultime uscite le ragazze di coach Lorenzo Marsigli hanno fatto più di un passo indietro, soprattutto nell’approccio alla gara, apparso remissivo, e nella concentrazione durante lo svolgimento, apparsa troppo discontinua: due aspetti, tra i tanti evidenziati dal passivo, su cui bisogna lavorare con umiltà e metodo per evitare in futuro di replicare simili prestazioni.

Per Amasanti e compagne dall’altra parte del campo c’era il Busa, una delle migliori formazioni del torneo, classifica alla mano e non solo, ma questo non può essere una giustificazione per scendere in campo dimenticandosi quanto di buono e fatto fino a questo punto, tanto che la dimostrazione la si è vista nel secondo set (recuperando un pesante svantaggio fino ad andare davanti nel finale prima di cedere al fotofinish) e a metà del terzo prima di subire un nuovo break ed uscire definitivamente dal match.

Sono stati buoni sprazzi, ma sprazzi appunto – troppo brevi e poco efficaci – e il volley ti insegna che non te lo puoi permettere contro alcun avversario: la Conad Alsenese deve archiviare nel migliore dei modi la prima partita in cui non è andata a punti in vista dei prossimi impegni, ricordandosi, in modo consapevole e responsabile, che per tornare in carreggiata serve tutto quello che non si è visto a Gossolengo.

La partita – Primo derby stagionale per la Conad Alsenese, secondo invece per il Busa Foodlab, e squadre che si presentano al match con grandi motivazioni dettate dal campanilismo locale e dai rispettivi trend positivi in campionato. Le gialloblu di mister Lorenzo Marsigli partono col sestetto base delle ultime gare con Lancini al palleggio in diagonale a Caimi, Fanzini-Marc in posto quattro, Fava-Rovellini al centro e Pastrenge libero, mentre coach Gabriele Cornalba dispone le sue ragazze con Beltrando in regia, Mascherini opposto, Gatti-Scarabelli di banda, Zambelli-Maini centrali e Traversoni libero, queste ultime tre giocatrici tutte ex alsenesi nel recentissimo passato.

L’avvio delle padrone di casa è shock per la Conad: 4-0 e time out di Marsigli. La chiamata del tempo però serve alle ospiti che trovano il pareggio con un ace di Lancini (5-5) prima di ritornare sotto e fermare ancora il gioco (12-8). Il margine inizia ad allargarsi (14-8), entrano Amasanti e Visconti per Lancini e Caimi per provare ad invertire la tendenza ma dall’altra parte sbagliano di meno e vanno sul 21-12. Entra anche Sajin per Fava, giusto per scuotere il torpore delle gialloblu, però il Busa non si volta indietro e una diagonale di Scarabelli fissa il 25-17.

Il secondo set si apre bene per una più attenta Alsenese (0-3) che fa e disfa tutto con le proprie mani, concedendo alle rivali un controbreak (6-4). Coach Marsigli si fa sentire nei due time out discrezionali (il secondo chiamato sul 12-6) e stavolta le sue ragazze recepiscono il messaggio arrivando sul 15-13 (ace di Fava) ed obbligando il Busa a fermare il tempo. Da quel momento la Conad inizia a giocare come sa mettendo in netta difficoltà le padrone di casa fino a mettere davanti il naso di una incollatura (20-21) e con una inerzia favorevole da continuare a sfruttare. L’ex Zambelli piazza il muro del 21 pari prima di lasciare il suo turno in battuta per Antola: la giovane biancoverde scombussola le gialloblu col suo servizio dando quel margine di sicurezza alla sua squadra in vista del rush finale (24-22). Purtroppo per la Conad una pipe fallosa di Fanzini decreta il 25-22.

Nella terza frazione le gialloblu vogliono completare quanto non portato a termine nel set precedente cambiando assetto e portando Fava opposto in luogo di Caimi e inserendo Sajin al centro, che ricambia immediatamente col muro dello 0-1. L’equilibrio regge fino al 12 pari, dove nel frattempo la Conad pare avere trovato in modo molto incoraggiante la quadratura del cerchio. Non sarà così. Un turno in battuta incisivo di Maini (due ace) apre il solco fino al 18-12 e alla resa delle ospiti. Col passare degli scambi la forbice si apre e un ace di Gatti fissa il 25-15 per il 3-0 conclusivo.

Le dichiarazioni – Le ultime gare contro il Busa per Margherita Rovellini, che festeggerà 22 anni il prossimo 19 novembre, rappresentavano anche una sfida incrociata con la sua amica ed ex compagna di reparto Giulia Maini, con la quale stavolta c’era in ballo una simpatica scommessa riguardo al proprio compleanno: decidere a fine partita se lasciare un pezzo di torta alla rivale a seconda del risultato. Ci vuole un briciolo di sdrammatizzazione per rendere la pillola meno amara, ma bisogna scherzare poco, il verdetto del campo è stato impietoso per la Conad e la centrale gialloblu prova ad analizzare il contesto: “Oggi non sono funzionate molte cose, non siamo riuscite ne limitare il loro gioco ne ad imporre il nostro e questo ha permesso loro di giocare più tranquille e più sciolte, considerando che hanno individualità notevoli in squadra. Purtroppo non riusciamo a giocare con continuità come abbiamo visto anche nelle gare precedenti, alternando momenti in cui giochiamo molto bene ad altri di vuoto totale che protratti durante tutto il set ci penalizzano troppo, senza permetterci di portare a casa il risultato. Certamente andremo in palestra per migliorare ulteriormente l’attenzione su certi fondamentali, poi dobbiamo puntare a cercare di limitare gli errori, senza sbagliare più palle dirette, battute e attacco per non facilitare più le avversarie. Poi dobbiamo trovare più continuità, quindi testa bassa per lavorare bene in settimana”.

BUSA FOODLAB GOSSOLENGO-CONAD ALSENESE 3-0 (25-17, 25-22, 25-15)

Busa Foodlab Gossolengo: Zambelli 7, Maini 12, Gatti 11, Mascherini 8, Beltrando 3, Scarabelli 17, Traversoni (L); Cobbah, Antola, Giorgi. N.e.: Nedeljkovic, Cornelli. All.: Gabriele Cornalba, v.all. Flavio Anni.

Conad Alsenese: Lancini 3, Fanzini 5, Fava 7, Rovellini 7, Caimi 2, Marc 8, Pastrenge (L); Amasanti, Visconti, Sajin 2. N.e.: Domeniconi, Candio. All.: Lorenzo Marsigli, v.all. Alessandro Sartor.

Ace: Busa 6, Conad 4. Muri: Busa 14, Conad 7. Attacco: Busa 38%, Conad 24%. Ricezione: Busa 38%, Conad 52%.

Arbitri: Daniela Veronese, Vanessa Bacchella.

Durata set: 24′, 27′, 22′. Totale: 1h13′.

Risultati partite 17 novembre 2018 – 6a giornata B2 femminile – girone B

Cartiera dell’Adda Mandello-Caseificio Paleni Casazza 0-3

Iglina Albisola Pallavolo-PSA Olympia Genova 1-3

Lemen Volley Almenno-Brembo Volley Team 3-1

CBL Costa Volpino-Dolcos Volley Busnago 3-0

Pavidea Ardavolley Fiorenzuola-Elevationshop Crai Olginate 0-3

Serteco V.School Genova-Normac AVB Genova 3-0

Busa Foodlab Gossolengo-Conad Alsenese 3-0

Classifica: Busa Foodlab Gossolengo 15, Psa Olympia Genova 15, Pavidea Ardavolley Fiorenzuola 13, Caseificio Paleni Casazza 12, Lemen Volley Almenno 12, Brembo Volley Team 10, Cbl Costa Volpino 10, Conad Alsenese 10, Serteco V.School Genova 8, Elevation Crai Olginate 7, Cartiera dell’Adda Mandello 6, Dolcos Volley Busnago 6, Normac AVB Genova 2, Iglina Albisola Pallavolo 0.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_Alfapaint_istit