Parla l’ex Christenson: “Modena piazza storica. Velasco coach calmo. Bruno un grande”

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto di: Michele Benda per VolleyFoto.it (LVM)

Di Redazione

E’ un Micah Christenson calmo ma deciso a far bene quello che si appresta a vivere il big match del PalaPanini contro la Lube Civitanova. Queste le parole al Resto del Carlino, in un’intervista di Andrea Scoppa.

Micah, come sta a Modena e com’è il rapporto con città e tifosi?
“Mi trovo ottimamente, difficile fare un confronto, di certo Modena è una piazza storica e al palazzetto sono più numerosi”.

Impressioni su coach Velasco?
“Non è così duro come si dice, il 99% delle volte è calmo. E un piacere averlo come allenatore”.

In Supercoppa avete sconfitto la Lube puntando sul gioco centrale. soprattutto sul connazionale Holt…
“Sono fortunato perché con Marrone e Anzani ho centrali fortissimi”.

Per lei la Supercoppa è stato il miglior modo per riscattare le 5 finali perse…
“Sì, finalmente, comunque resto orgoglioso di quanto fatto l’anno scorso”.

Con chi è rimasto in contatto della Lube?
“Con molti perché l’amicizia viene prima dello sport. Mi sento in particolare con Stankovic ma anche Juantorena, Sokolov e Cester”.

Che idea si è fatto della Lube?
“Ha solo bisogno di tempo, ha una rosa fortissima”.

E del nuovo regista che ne pensa?
“E’ un grande, io ho un buon rapporto con Bruno, non c’è niente di personale”.

È più importante la gara di domani o quella di giovedì?
“Domanda difficile, domani vale il 2° posto e non far scappare via Perugia, ma giovedì può essere determinante”.

Quindi come finisce domani e cosa potrà fare la differenza? Civitanova mercoledì ha faticato in ricezione…
“Di sicuro conterà solo vincere e non giocare bene. La Lube è molto brava su palla alta e dovremo cercare di limitare Juantorena che è in gran forma”.

(Fonte: Resto del Carlino)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE