La Igor Novara strappa in rimonta la vittoria al Club Italia

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Ufficio stampa Novara

Di Redazione

La Igor Novara vince in rimonta contro Club Italia. La squadra di Massimo Barbolini è stata capace di conquistare il successo dopo oltre due ore di battaglia. Tra le ospiti, ottima prestazione dell’azzurra Alessia Populini (in prestito al Club Italia e premiata, con merito, MVP Vecchio Varzi del match), mentre in casa novarese è risultato decisivo per la rimonta l’apporto di Paola Egonu (cui è stato assegnato il Premio Zanzara MC Data).

Igor in campo con Carlini in regia e Bici opposta, Chirichella e Stufi al centro, Nizetich e Piccinini in banda e Zannoni libero; Bellano risponde con Nwakalor in diagonale alla palleggiatrice Morello, Fahr e Kone centrali, Populini e Pietrini schiacciatrici e De Bortoli libero.

L’ex Populini firma il primo break con due ace consecutivi (1-3), Kone in primo tempo allunga 6-9 e Barbolini è costretto a fermare subito il gioco; il Club Italia continua la propria corsa fino all’11-17 (diagonale di Nwakalor), Novara reagisce e rientra con l’errore di Pietrini (14-17) ma di nuovo Populini firma l’allungo del 16-21 in parallela. Piccinini risponde (20-23), Carlini pasticcia a rete e dopo la fast di Stufi (21-24) Nwakalor chiude il parziale sul 21-25.

Bici va a segno (3-2, maniout) ma Pietrini ribalta l’inerzia in battuta (3-4, ace) e Nwakalor scappa fino al 6-9 mentre Barbolini rivoluziona il sestetto inserendo Bartsch-Hackley, Egonu, Sansonna e Veljkovic. Le azzurrine mantengono le distanze (10-14) e con un ace di Morello e un primo tempo di Fahr si portano addirittura sul 10-17 con Barbolini che ferma il gioco. Egonu prova a rientrare (13-18), Bartsch-Hackley trova l’ace del 20-23 ma il nastro devia a lato la palla del -1 sul 21-23 e regala il set ball alle ospiti; chiude Pietrini, 22-25.

Nel momento più buio (1-4, poi 5-8), Novara alza la testa e reagisce con il muro di Bartsch-Hackley (6-8) e quello di Egonu (9-10) ed è proprio l’opposto azzurro a firmare l’impatto sul 12-12. Nwakalor sbaglia (15-14), Egonu fa break (17-15) e Novara scappa 20-16 con Bellano che chiama due volte timeout; Novara non si ferma, Piccinini conquista in diagonale il set ball (24-19) e Carlini chiude con un attacco di seconda 25-19.

Piccinini trascina le azzurre (3-1) e dopo la diagonale di Egonu sono due errori di Nwakalor a fare il break sul 10-6 e a costringere Bellano al timeout. Sempre Piccinini, in diagonale, per il 15-7 e Chirichella a rete allunga ancora (17-7), firmando poi anche il primo tempo del 23-9; Bartsch conquista il set ball sul 24-9 e poco dopo le azzurre chiudono 25-10, per il 2-2.

Il tie-break è stato tutto di marca azzurra: Veljkovic ace, Egonu imperiosa a muro (4-0) e poi devastante in diagonale e al cambio campo la Igor passa 8-2. Il Club Italia non reagisce, Carlini allunga e l’ace di Chirichella vale il 10-3: finisce senza ulteriori scossoni, 15-6.

Le dichiarazioni:

Massimo Barbolini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Di positivo c’è la reazione della squadra e la capacità di riuscire comunque, nonostante le difficoltà, a girare la partita e a conquistare un successo. Complimenti al Club Italia per la grande prestazione, da parte nostra c’è da continuare a lavorare ma a questo punto della stagione è normale che sia così”.

Massimo Bellano (allenatore Club Italia Crai): “Sono molto soddisfatto per la prestazione della mia squadra, abbiamo fatto molto bene e l’unico rammarico che ci portiamo dietro è quello di non essere riusciti a vincere il terzo set che è quello in cui abbiamo ricevuto meglio. Novara, poi, è cresciuta nella seconda parte del match ed è riuscita a ribaltare la partita”.

Stefana Veljkovic (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Complimenti alle nostre avversarie, hanno disputato una grande partita e ci hanno messe in difficoltà. Non siamo partite bene ma abbiamo avuto la capacità di reagire e di conquistare una vittoria, la quarta in campionato, chiudendo in grande crescendo: ripartiamo da questo per la prossima sfida a Filottrano”.

Alessia Populini (schiacciatrice Club Italia Crai): “Ero emozionata all’inizio, poi mi sono sciolta: per me tornare a Novara non è una partita come le altre. Sono orgogliosa di quanto fatto, per noi questo punto vale come una vittoria e, soprattutto, abbiamo lanciato un segnale: chiunque dovesse sottovalutarci avrà vita durissima”.

Il tabellino

Igor Gorgonzola Novara – Club Italia Crai 3-2 (21-25, 22-25, 25-19, 25-10, 15-6)

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 4, Stufi 1, Camera, Plak ne, Nizetich 2, Bolzonetti ne, Chirichella 14, Sansonna (L), Piccinini 10, Bici 3, Bartsch-Hackley 6, Zannoni (L), Veljkovic 8, Egonu 20. All. Barbolini.

Club Italia Crai: Battista, Malual ne, Morello 3, Lubian ne, Pietrini 19, Kone 4, Omoruyi ne, De Bortoli (L), Populini 16, Fahr 6, Panetoni (L), S. Nwakalor 16, Scola, L. Nwakalor ne. All. Bellano.

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard