Anna Danesi e la Supercoppa: “Vincerla da titolare è ancora più bello”

Sandlovers_LEADERBOARD
FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Di Redazione

Dopo aver mostrato tutte le sue qualità, specialmente a muro, durante il Mondiale in Giappone, Anna Danesi continua il suo percorso di crescita con un’altra prestazione convincente durante la Supercoppa, vinta proprio della sua squadra, l’Imoco Volley. Ecco quanto riportato dal quotidiano “Bresciaoggi“.

Anna Danesi fa il bis. Dopo aver vinto la Supercoppa Italiana nel 2016 con la maglia dell’Imoco Conegliano, la centrale bresciana si è ripetuta domenica battendo per 3-1, sempre con la squadra veneta, l’Igor Gorgonzola Novara come aveva già fatto nella finale della passata stagione. «Con una differenza – precisa la giocatrice di Roncadelle, 22 anni -: nel 2016 non avevo messo piede in campo, mentre questa volta ero nel sestetto base e dunque la gioia è stata più grande“.

Tutto vero e se nel 2016 Danesi aveva visto la partita dalla panchina e le sue compagne (Skorupa in regia e Tomsia, ex Montichiari, opposto, Folie e De Kruijf al centro, Ortolani e Bricio in banda, De Gennaro libero) avevano battuto sempre per 3-1 la Foppapedretti Bergamo, stavolta la centrale di Roncadelle è stata una delle protagoniste contro Novara insieme a De Kruijf al centro, Easy e Sylla in banda, Wolosz in regia e Fabris opposto, De Gennaro libero.

Protagonista con 7 punti, 3 dei quali a muro, la sua grande specialità in cui è una delle migliori al mondo. «Sono davvero felice – dice Anna Danesi -. Alzare la Coppa da protagonista ti dà una grande gioia. Abbiamo aperto la stagione nel migliore dei modi e giocato una pallavolo di grande qualità. Certo, abbiamo avuto una flessione nel 3° set e consentito alle avversarie di farsi pericolose. Nel 4°, però, abbiamo spinto tutte insieme fino alla vittoria grazie anche al calore di un pubblico straordinario».

Un 2018 fantastico per Anna Danesi. Prima il titolo italiano, poi la medaglia d’argento ai campionati del mondo con la maglia azzurra e ora questa Supercoppa, che vendica la sconfitta patita un anno fa al PalaIgor. Stavolta, al Novara, non sono bastati i 30 punti di Paola Egonu per cambiare il corso della gara, perché dall’altra parte Novara ha trovato una Conegliano davvero forte, con un’ottima Samantha Fabris (21 punti e MVP della partita), che voleva fortissimamente questo successo e che lo ha trovato anche grazie all’apporto della panchina (Hill su tutte, una giocatrice che sarebbe titolare in qualsiasi altra squadra) e di Anna Danesi che ha chiuso il match con il 57 per cento di positività e portato a casa il 2° titolo della stagione.

ISPEDIA_LEADERBOARD