La Conad Lamezia costretta a resistere contro la capolista Brescia

ISPEDIA_LEADERBOARD

Di Redazione

Giovedì 1 novembre arriva la capolista Brescia. Di certo non l’avversario ideale da affrontare per la Conad Lamezia, ancora ferma al palo in questa sua prima esperienza in A2.

La Centrale del latte Sferc Brescia è una squadra costruita per vincere, finora a punteggio pieno, 9 punti in 3 gare contro Potenza Picena (3-1), Lagonegro (3-0) e Reggio Emilia(3-0) e decisa a non interrompere la sua corsa.

Allenata da coach Roberto Zambonardi, Brescia annovera in organico giovani di grande prospettiva ed elementi più esperti di livello assoluto. Uno su tutti l’ex azzurro e storica bandiera della Sisley Treviso, Alberto Cisolla alla sua quarta stagione con la società lombarda. Nonostante i 41 anni compiuti lo scorso 10 ottobre, lo schiacciatore trevigiano continua ad essere decisivo e a fare la differenza in questa categoria. Già 43 i punti messi a segno nelle prime 3 gare della stagione e la voglia di non fermarsi qui.

Ma non c’è solo Cisolla, il tecnico bresciano può infatti contare sull’esperienza e l’affidabilità di gente come Tiberti e Crosatti, sulle indiscusse qualità dello schiacciatore Milan o dell’ultimo arrivato, il centrale sloveno Mijatovic. Ma anche sul talento di tanti giovani interessanti. Una corazzata in ogni ruolo, la squadra da battere.

Consapevole del valore dell’avversario la Conad si prepara alla gara sapendo di non avere nulla da perdere contro la prima della classe.

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD