Sirci e il prepartita insieme a Mosna: la scaramanzia prima del big match

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Foto Sir Safety Conad Perugia

Di Redazione

Vigilia di big match, come riportato dal Corriere dell’Umbria. Gino Sirci non cambia di una virgola. In barba alla scaramanzia che regna sovrana nel mondo dello sport, conferma lo stesso percorso di avvicinamento. Preferisce l’amicizia con il Presidente Mosna (sempre più solida con il presidente Itas) a qualsiasi tipo di amuleto o formula magica. Ecco allora che tutto resta uguale. Come poche settimane fa prima della Supercoppa, oggi il clichè rimane il medesimo.

Ecco il programma: pranzo a casa Sirci nella maestosa villa del presidente Sir, poi convenevoli e molto altro come tappa di avvicinamento al match in programma alle 18. C’è tutto il tempo, prima… “Sì, con Mosna ci vediamo a casa mia. Staremo insieme tutta la mattina fino alla gara, come sempre. Dobbiamo parlare di tante cose, non solo sport. Ci sono affari in ballo, ma ci sono da programmare anche i momenti di relax. Parleremo di vacanze alla nostra maniera. Mappamondo alla mano, dove va a finire il dito… andremo“.

Poi tutti al palazzetto: “Naturale. E spero di vincere, di vendicare la bruciante sconfitta di qualche settimana fa. Penso che Trento, stavolta, si troverà di fronte una Sir diversa, più consapevole e matura. Come mi auguro che i miglioramenti che abbiamo fatto noi in queste settimane siano superiori ai passi avanti compiuti nello stesso periodo dai nostri avversari”. Insomma, sempre insieme all’amico Mosna nonostante la rivalità sul campo di gioco. “L’ultima volta ha vinto lui e io ci sono rimasto male. Fino a quel momento aveva sempre perso, ci sta. Ma il campionato è ancora molto lungo e ci sono da disputare tante gare importanti. Di sicuro oggi vivremo una bella giornata di sport con tanti campioni sul taraflex pronti a dare vita a un match spettacolare”.

LEAD_BASE_ALD