L’Olimpia Teodora esalta il PalaCosta e firma il 3-0 su Montecchio

LEAD_Alfapaint_istit
Credit Alfredo Del Monte

Di Redazione

La Conad Ravenna travolge Montecchio, esaltando il PalaCosta. La settimana è stata ricca di eventi per la società che ha chiuso un accordo di un anno con opzione di rinnovo. Prima dell’inizio del match viene osservato un minuto di silenzio e raccoglimento in memoria di Sara Anzanello, oro ai Mondiali del 2002 con la nazionale azzurra, scomparsa due giorni fa dopo una lunga e terribile malattia contro la quale ha lottato fino all’ultimo.

Al fischio d’inizio coach Nello Caliendo schiera lo starting six composto da: capitan Bacchi e Aluigi sulle bande, Zamora che esordisce come opposto, Agrifoglio al palleggio, Torcolacci e Gioli centrali, con Rocchi libero. Dalla parte opposta del taraflex coach Alessandro Beltrami dispone in campo, Pomio e Michieletto in attacco, Carletti opposto, Giroldi al palleggio, Bovo e Fiocco centrali e Pericati libero.

In avvio sono le ospiti a sembrare più brillanti e a portarsi subito sull’1-3 prima e sul 5-8 poi. Dal 6-9 Ravenna però cambia marcia, Calisesi con l’ace suona la carica e i primi due punti in maglia Conad di Zamora valgono il sorpasso sul 10-9. Il parziale delle padrone di casa prosegue fino a 1-8 grazie ad Aluigi e a due punti consecutivi di Gioli, a muro e con l’attacco del 14-10. Bacchi firma il 16-11, ma Montecchio reagisce e ritrova la parità a quota 18 con l’ace di Michieletto. Le ospiti sorpassano sul 18-19 e Coach Caliendo sceglie di cambiare regia inserendo Vallicelli per Agrifoglio. La scossa arriva immediata e due punti consecutivi di Aluigi valgono il contro-sorpasso sul 22-21. La banda numero 14 è la vera mattatrice del primo set e il suo nono punto personale allunga il vantaggio sul 23-22, prima che Bacchi chiuda i conti sul 25-23.

Il secondo set si apre al meglio per l’Olimpia Teodora, che con due muri di Torcolacci scappa subito sul 5-2. Ancora Torcolacci firma il 7-3, poi è Gioli a mettere a segno il muro dell’11-5. La Capitana Bacchi la imita per il 14-6 e il secondo parziale diventa un monologo della Conad. Montecchio prova una piccola reazione sul 14-8, ma è ancora un muro di Torcolacci ad ampliare ulteriormente le distanze sul 17-10. Aluigi firma il 19-11, poi qualche errore avversario rende ancora più facile la vita a Ravenna, che si porta a casa il set del 2-0 per 25-16.

Avvio di terzo set in equilibrio, con il 2-0 delle padrone di casa subito pareggiato sul 4-4 da Montecchio. La Conad cambia marcia grazie a tre punti consecutivi di Gioli, che con il muro firma il 10-7. Le ospiti provano un’ultima reazione e tornano a contatto sul 10-9, ma un parziale di 7-0 guidato da Bacchi chiude la partita per l’Olimpia Teodora che si porta avanti 17-9. Ancora la coppia d’esperienza Gioli e Bacchi mantiene il vantaggio sul 20-13 e le Leonesse chiudono il match per 25-17 grazie al decimo punto di Zamora, che, nonostante i pochi allenamenti con le nuove compagne, griffa così una prestazione in costante crescita nell’arco dei tre set.

LE DICHIARAZIONI

Al termine Simona Gioli, top scorer del match, insieme a capitan Bacchi, con 17 punti ha dichiarato: “Stasera sono contenta. Abbiamo affrontato una squadra di giovani talentuose e abbiamo vinto proprio bene, giocando unite. Avevamo anche il nuovo ingresso di Zamora e anche per lei non era facile, perché rompere il ghiaccio non è mai facile per nessuno. Con il suo innesto è sembrato tutto più fluido, eravamo sempre tutte entusiaste, lucide e tranquille. Mi dispiace per Agrifoglio che è scesa ma sono contenta per Cecilia Vallicelli che è un po’ che non giocava. Sicuramente entrare e vincere 3 a 0 in casa, perché Ravenna per lei è proprio casa, penso che sia stata una grande emozione. Insomma sono super contenta perché una vittoria così netta ci voleva”.

Coach Nello Caliendo sottolinea la buona prova del collettivo, ma vuole ancora di più:
“È stata un’ottima prestazione della squadra, anche se secondo me possiamo fare ancora meglio come livello di gioco, dobbiamo crescere ancora e fare qualche errore in meno. Ora ci proiettiamo verso questa settimana importante e particolare perché giochiamo giovedì a Sassuolo e domenica in casa con San Giovanni in Marignano. Cerchiamo allora di recuperare le forze e preparare questi due incontri al meglio”.

Era presente al PalaCosta Simona Rinieri, la schiacciatrice ravennate, campionessa del mondo nel 2002 insieme a Sara Anzanello. La Rinieri ha voluto ricordare così l’amica prematuramente scomparsa pochi giorni fa:
“E’ stata una botta. C’eravamo sentite da poco, sapevo che stava facendo le cure però non ci aspettavamo che potesse avere un peggioramento così repentino e terribile perché sapevamo che tutto stava andando abbastanza bene. Ho avuto modo di rivederla un paio d’anni fa e vivere con lei un po’ di giorni a un camp che aveva lei stessa organizzato. Sembra ancora impossibile che non ci sia più. Aveva ancora tanto da dire, da trasmettere e da fare per questo sarà nostro compito continuare a raccontare ciò che lei era e la sua essenza, la sua gioia di vivere, e la sua voglia di uscire dalle difficoltà.”

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: 3-0 (25-23, 25-16, 25 -17)

Arbitri: Marta Mesiano e Deborah Proietti
Spettatori: 450 circa.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA
Bacchi 17, Zamora 10, Gioli 17, Torcolacci 3, Agrifoglio, Calisesi 1, Rocchi (L), Aluigi 13, Vallicelli.
N.e: Lombardi, Mendaro, Canton, Ubertini.
All.: Nello Caliendo.
Vice all.: Francesco Guarnieri.
Muri 14, ace 1, battute sbagliate 4, errori ricez. 3, ricez. pos 50%, ricez. perf 35%, errori attacco 7, attacco 43%.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO
Bovo 10, Larson 1, Trevisan 1, Stocco, Fiocco 5, Pamio 9, Pericati , Giroldi, Giroldi, Carletti, Michieletto
N.e.:Frison
All.: Alessandro Beltrami
Vice all.: Martino Volpini
Muri 5, ace 3, battute sbagliate 6, errori ricez. 1, ricez. pos 53%, ricez. perf 34%, errori attacco 6, attacco 32%.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_Alfapaint_istit