Juantorena: “Sorpreso dalla vittoria solo al tie break di Modena con Castellana Grotte”

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Ufficio Stampa Lube

Di Redazione

I Cucinieri sono al lavoro da ieri per quella che resterà per un po’ l’ultima settimana piena per gli allenamenti. Come riporta il Resto del Carlino Macerata, nell’edizione odierna, il calendario, dopo la trasferta di Verona, si farà subito fitto con un primo impegno infrasettimanale da brividi, quando giovedì prossimo arriverà all’Eurosuole Forum la Sir Perugia Campione d’Italia. E tre giorni dopo, sempre a Civitanova, sarà ricevuta Trento.

Soltanto dall’1 novembre, dopo la sfida interna con Sora, si riavrà un po’ di riposo. Settimana dunque importante per migliorare e per perfezionare, ripetendo gli schemi in modo maniacale, i meccanismi e le trame di gioco di coach Medei. Sedute importanti per i nuovi, ma anche per i big da tempo beniamini del pubblico biancorosso, come Osmany Juantorena. L’hombre è stato il migliore in campo della Lube, finora: due partite e per due volte Mvp.

Osmany, due su due per la Lube contro team interessanti e mostrando miglioramenti. Notizie dolcissime, considerando che la squadra sarà al 50% del potenziale.
«Sì, è vero, siamo tutti lontani dalle nostre performance ottimali. La vittoria è il modo migliore per continuare a crescere. E sono contento che è rientrato Sokolov».

A proposito, come va invece la sua schiena?
«Va bene, va bene. Sono soltanto un po’ affaticato dopo il Mondiale, qui con Max Merazzi stiamo lavorando in modo efficace».

Domenica c’era curiosità per i nuovi o il ritorno di Sokolov titolare (ci vorrà un po’ per rivederlo devastante), e invece a trascinare la Lube ci ha pensato il solito Juantorena.
«No, dai. Penso anche che il premio di Mvp lo meritava Simon».

Leal spesso cercato per i palloni finali dei set: Yoandy può toglierle un po’ di pressione?
«Si deve adattare a un campionato molto più competitivo rispetto al Brasile, pero è un giocatore molto forte, ci darà una grande mano».

A proposito, esce con lui e Simon o la nuova arrivata Angelica toglie spazi?
«Usciamo, ci si diverte parlando in spagnolo. Il problema è che la piccolina dorme poco».

Venendo al campionato, quale risultato l’ha sorpresa nella seconda giornata?
«Forse Modena, che ha vinto solo al tie-break con Castellana, ma la SuperLega è così. E’ difficile, ma questo è il bello».

E adesso c’è Verona nel mirino della Lube.
«Sabato ha perso, ma conta quello che succederà contro noi. Se non saremo al massimo, non sarà facile».

(Fonte: Il Resto del Carlino Macerata)

Sandlovers_LEADERBOARD