Prima storica vittoria in A2 per il BCC Leverano, piegata l’Acqua Fonteviva

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019

Di Redazione

Grande presenza di pubblico al PalaSport “William Ingrosso” di Taviano per la prima in casa della BCC Leverano contro l’Acqua Fonteviva Livorno nella seconda giornata del girone bianco di Serie A2 Credem. Partono subito forti gli uomini di coach Andrea Zecca che schiera Orefice e Tusch in diagonale, Scrimieri e Serra al centro, Ristic e Galasso in banda e Catania come libero. Dall’altra parte i toscani danno il via alla contesa con De Santis e Jovanovic, Wojcik e Zonca, con Maccarone e Miscione centrali, Pochini libero. Un muro di Scrimieri e un ace di Serra portano i gialloblù avanti sul 14-9 e il mani out di un super Alessandro Orefice portano il punteggio sul 16-12. Gli ospiti, però, non demordono, aggrappandosi a De Santis, che tocca quota 600 punti in carriera nel torneo, e Zonca che fa malissimo alla ricezione salentina con i suoi servizi, sino al 18-20. La sfida si fa vibrante e intensa, ma i padroni di casa tengono botta e con due aces consecutivi di Orefice si riportano di nuovo davanti fino al 25-22 con cui chiudono a proprio favore il parziale.

Il secondo game comincia sulla falsariga del precedente. Le due formazioni, però, sbagliano tanto al servizio: Leverano fa 13 errori, Livorno 7. E’, però, nel fondamentale del muro che Scrimieri e Serra fanno la voce grossa, mandando in tilt gli attaccanti avversari. Il match procede punto a punto sino 28-26, determinato da un errore in primo tempo di Miscione che tira fuori. Nel terzo parziale il sestetto di coach Montagnani parte meglio, fino al 7-8. Poi un muro a uno di Galasso segna il sorpasso sul 13-12. Il primo tempo di Serra regala il 16-14 ai padroni di casa e gli ospiti, pian piano, si spengono, demoralizzati dai muri di Galasso e Ristic che diventa devastante anche a muro. La BCC Leverano non si ferma più e col punteggio di 25-19, ultimo punto del bosniaco Ristic, si gode la sua prima storica vittoria in Serie A2.

“Siamo contenti per questa vittoria davanti al nostro pubblico che in questi anni ci è sempre sato vicino – dichiara coach Andrea Zecca – Abbiamo fatto un’ottima partita. I primi due set sono stati molto tirati e avevo paura di non chiuderli come nella gara di domenica scorsa. Abbiamo sbagliato qualche servizio di troppo, ma quello è stato l’ago della bilancia: battere forte per mettere in difficoltà la loro ricezione e far giocare loro molte palle staccate”.

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard