L’Omag si presenta come meglio non si può: secco 3-0 a Trento

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Di Redazione

Difficile trovare una migliore in campo fra le Marignanesi dopo la prima giornata, dopo il debutto casalingo del sodalizio. Una bella partita, divertente e giocata con coraggio e la giusta dose di determinazione, quella interpretata dalle atlete di casa. Bella prova delle padrone di casa contro una delle compagini più quotate di questo girone. Sugli scudi Lualdi, Mvp di giornata alla pari di Capitan Saguatti, ed Erin Fairs arrivata solo dieci giorni fa. Domenica il turno di riposo.

Si parte con i sestetti annunciati alla vigilia: Saja si affida a Fairs, aggregatasi al gruppo solo ad inizio settimana schierandola in diagonale a Saguatti, Battistoni è la palleggiatrice, Manfredini l’opposto, Caneva e Lualdi le centrali e Gibertini il libero. Negro risponde con Moncada al palleggio, Baldi opposto, Mc Clendon e Fiesoli in posto-4, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero.

Il set si apre con quattro muri, tre per Trento e uno per le padrone di casa (1-3). Una schiacciata di Saguatti colpisce Moncada all’occhio, ma niente di grave. Al suo posto entra Carraro. Fairs pareggia i conti e Lualdi piazza l’ace del 4-3. Azioni spettacolari si susseguono in questo inizio di set. La Omag prova ad allungare (11-8). Ma è Fondriest ad accorciare con una veloce ed un muro (11-10). Fiesoli rimette le cose in parità (12-12). Scendono in cattedra Fairs e Saguatti con Negro che chiama il primo time out del match (17-14). In un susseguirsi di errori al servizio si arriva al 19-17 per le padrone di casa che allungano subito con Saguatti e un muro di Lualdi. Negro ferma il gioco. Rientra Moncada al posto di Carraro. Lualdi guadagna 6 set point. Fairs chiude i conti 25-18.

Parte col turbo la Omag nell’avvio di secondo set con Lualdi e Fairs a muro. Sempre Lualdi costringe Negro a fermare il gioco con due ace (6-2). Sull’ennesimo muro, questa volta di Caneva, Negro cambia Baldi con Tosi che va subito a segno (8-5). Una Saguatti che non ti aspetti colpisce a ripetizione la difesa avversaria. Negro chiama il suo secondo discrezionale (12-7). Set a senso unico con Saguatti e Lualdi che la fanno da padrone (22-10). Le Trentine accorciano e Saja ferma il gioco (22-14). Manfredini guadagna 8 set point con Lualdi che chiude al secondo tentativo (25-17).

Omag si porta subito avanti 3-0 e Trento non ci sta pareggiando sul 3-3. Set più equilibrato il terzo con le squadre a braccetto fino al 9-9. Omag allunga e Negro ferma il gioco (12-9). Set in discesa per la Omag che ha preso di mira la ricezione di MC Clendon (16-11). Accorcia Trento con un 16-14. Si procede verso l’epilogo di questo match con una sola squadra in campo. Sono sette i match point conquistati. Tentativo di rientro di Trento con Saja che ferma il gioco 24-20. Manfredini chiude il match: 25-20.

 

Omag-Delta Informatica Trentino 3-0

Omag: Fairs 14, Battistoni, Manfredini 8, Lualdi 14, Caneva 3, Mazzotti, Gibertini (L), Saguatti (14). Non Entrate: Pinali, Guasti, Casprini, Gray, Mandrelli.

Delta Informatica Trentino: Fondriest 7, Furlan 4, Fiesoli 13, Mc Clendon 4, Moncada 4, Baldi 10, Moro (L), Carraro, A. Mazzon, Vianello, Tosi 2. Non Entrate: Mason, G. Mazzon.

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC