Velasco sul Mondiale: “Tra la consapevolezza e l’umiltà, l’Italia manca spesso della seconda”

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto FIVB

Di Redazione

Nel giorno della sua presentazione, Julio Velasco ha espresso il proprio parere sull’esperienza azzurra al Mondiale appena concluso, come riportato nell’edizione odierna della Gazzetta di Modena:
«Non rispondo a nulla riguardo il Mondiale. Dico solo che tra la consapevolezza e l’umiltà, l’Italia manca spesso della seconda… Ci vantiamo troppo di quello che siamo e di quello che abbiamo. Sembra che se un giocatore non gioca in Italia non esista. E questo mi pare un po’ esagerato. Dall’altro lato però penso che la Superlega sia il campionato migliore del mondo, ma non dimentichiamoci che lo è anche perché c’è la possibilità di schierare quattro stranieri in campo». 

LEAD_Alfapaint_istit