Sirci su Lanza: “L’anno scorso è stato messo un po’ in discussione dal coach di Trento”

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
lanza
Foto: Ufficio Stampa Trento

Di Redazione

Si avvicina sempre di più la Final Four di Supercoppa in programma il 6 ed il 7 ottobre al PalaBarton di Perugia. Primo vero evento della stagione, sarà una grande occasione per vedere anche i nuovi acquisti di Perugia, Civitanova, Modena e Trento. Il patron della Sir, Gino Sirci, in un’intervista al Corriere dell’Umbria, traccia l’avvicinamento alla rassegna:
“La due giorni della Supercoppa sarà un test spietato ma sarà anche l’occasione per mettere Perugia per una settimana al centro del volley italiano. Poter ospitare una manifestazione del genere per noi è motivo di grande onore, con i risultati e le vittorie arrivano anche i riconoscimenti. Con un palazzetto più grande ci farebbe piacere se anche la Nazionale venisse a giocare qui. Lo scorso anno ci siamo avvicinati alla kermesse di Civitanova con un filo di apprensione che è giusto che ci sia anche quest’anno. La Lube ci aspetta, ha investito più di noi, la vedo favorita, ha una squadrone”.

Il Patron della Sir ha voluto anche parlare del nuovo acquisto Filippo Lanza, e della sua naturale coesione con campioni del calibro di Atanasijevic:
“Tra di loro non ci sarà alcun problema, i giocatori forti vogliono giocare con compagni del loro stesso livello. Chi, tra nuovi, mi incuriosisce di più? Direi Lanza. Durante l’anno sarà chiamato sia a ricevere che ad attaccare. Lo scorso anno ha fatto un bel campionato ma è stato messo un po’ in discussione dal coach di Trento (Lorenzetti, ndr). Bernardi lo ha voluto ad ogni costo, sono curioso di vedere chi dei due allenatori avrà ragione”

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE