Settimana impegnativa per la Lube. Sokolov sulla via del recupero

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Lube Volley

Di Redazione

Continua ad intensificarsi sempre di più il lavoro per la Cucine Lube Civitanova, che in questa nuova settimana di preparazione dovrà cimentarsi in tre test match. Buone notizie arrivano anche sulle condizioni fisiche di Sokolov. L’opposto bulgaro è già sulla via del recupero come dichiarato dal DS dei cucinieri Beppe Cormio, nell’intervista rilasciata al “Corriere Adriatico Macerata”.

La Lube oggi alle 12,30 allo Shada Disco Dinner, presenterà un nuovo sponsor di interesse nazionale che ha deciso di legarsi al club del presidente Sileoni per almeno due stagioni. Sarà una presentazione in grande stile e potrebbe essere questa l’occasione scelta dai dirigenti per comunicare la partecipazione al Mondiale per Club, del resto scontata da tempo. Ma la quinta settimana sarà importante anche perché sarà contraddistinta da tre incontri. Mercoledì la Lube ospiterà Castellana Grotte, nel week end sarà a Viterbo in un quadrangolare dove affronterà prima il Tuscania e poi una tra Latina e Ravenna.

Beppe Cormio, direttore sportivo della Lube, come vanno lette queste amichevoli? «L’importante da ora in avanti sarà migliorare lo stato di forma. Il lavoro importante è stato fatto, ora si cerca di mettere in condizione i giocatori. Per quanto ci riguarda non diamo alcun giudizio né sui test vinti 3-0 o sui due set persi contro Sora perché al momento la squadra è ridotta all’osso. Non abbiamo cambi ma siamo soddisfatti di come stanno procedendo le cose».

E’ possibile fare una sorta di bilancio di questo primo mese di preparazione? «C’è da lavorare molto a livello di tecnica. Sbagliamo ancora troppo al servizio, dobbiamo registrare il muro ma ci sono le attenuanti del caso dovute alle assenze dei tre nazionali e Sokolov. Per fortuna non abbiamo problemi fisici seri e questo è positivo. Anche Cantagalli è sulla via del pieno recupero».

Ha citato Sokolov, come sta? «La riabilitazione sta procedendo secondo i piani, anzi direi più che bene. Anche ieri il giocatore ha svolto un’importante seduta con diversi salti. Credo che se procede con ritmo lo potremo rivedere in campo già dalle prime giornate di campionato».

Un giudizio sugli azzurri e il Mondiale? «Bene. Molto bene. La nazionale che vince è un volano importante per il movimento. L’entusiasmo che c’è per il mondiale è testimoniato anche dalle presenze a Bari dove non c’erano gli azzurri. Mi auguro di poter vedere Juantorena, che sta giocando un ottimo mondiale, fino alla fase finale di Torino. Poi starà a noi club sfruttare l’ottima onda creata dal Mondiale».

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE