La bella storia di Baranowicz, senza squadra, regala la vittoria all’Italia con un ace

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
FIVB

Di Redazione

Sembra assurdo ma è proprio cosi. Il giocatore che ha regalato l’ultimo punto all’Italia contro l’Argentina e tre punti importantissimi per il cammino azzurro in questo Mondiale è senza squadra: Michele Baranowicz, come riportato nell’edizione odierna de “La Stampa”.

L’Italvolley è squadra con 7 titolarissimi ma il punto più pesante, finora, è di una riserva. Michele Baranowicz, 29 anni da Mondovì ma con radici polacche, è il vice del regista Giannelli: sabato, contro l’Argentina, ha iniziato il suo Mondiale entrando in battuta sul 27-26 del 4° set.

Il pallone, pesantissimo, lo ha messo a terra ed è stata vittoria da tre, evitando un tie-break rischioso assai. Il bello, non per «Bara», è che l’eroe di serata è senza club: la sua Piacenza in estate ha chiuso «e io in A2 non scendo». È padrone del cartellino: scommettiamo che dopo il Mondiale si sistemerà?

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC