Il ritrovo degli arbitri di A e le nuove regole in campo

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto FIPAV

Di Redazione

Manca poco più di un mese all’inizio della nuova stagione di Serie A e le squadre sono già al lavoro per preparare al meglio il prossimo campionato. Anche il settore arbitrale però è stato chiamato a radunarsi per approfondire le novità nel regolamento, come riportato da “La Nazione Umbria” nell’edizione odierna.

Il movimento arbitrale è pronto per la nuova stagione agonistica. Si sono formati ed aggiornati in Umbria i fischietti della serie A, ben 96 i direttori di gara presenti nella sala riunioni nei tre giorni di raduno precampionato che ha approfondito la casistica di gioco e le novità di regolamento tra cui il `blocco azione’ che esiste già a livello internazionale e che consente ad un allenatore di fermare il gioco senza che si attenda che la palla cada a terra (se ad esempio ritiene che ci sia una invasione non rilevata). In questo caso il video-check sarà immediato per verificare quel particolare momento, cosa non possibile se l’azione fosse prolungata.

Altra novità è l’introduzione del cartellino verde voluta dalla Lega in nome del fair play e per abbreviare i tempi morti delle partite. Se un giocatore a muro si autoaccusa di un potenziale tocco, evitando l’inutile utilizzo del video-check, si dovrebbero accorciare le partite, la squadra con maggior fair play vincerà un premio. Tra gli illustri presenti il perugino D’Alò.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE