Per la nazionale maschile domenica il primo test contro la Cina

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2020

Di Redazione

Conto alla rovescia in vista della rassegna iridata che il 9 settembre nel magico scenario del Foro Italico alzerà il sipario con il match d’apertura in programma alle ore 19.30 tra Italia e Giappone (diretta Rai Due). La Nazionale Italiana continua così la sua marcia di avvicinamento all’evento sportivo tanto atteso dai fan della pallavolo e non solo. Gli oltre 70mila tagliandi venduti per assistere alle partite dei Mondiali rappresentano il miglior biglietto da visita per un evento prestigioso che torna nel nostro Paese a otto anni di distanza (2010 altra edizione maschile in Italia, nel 2014 fu Mondiale Femminile).

Mentre la macchina organizzativa è in pieno fermento la formazione tricolore sta ultimando la sua preparazione in Val di Fiemme che lascerà definitivamente domani per trasferirsi a Padova dove domenica 2 settembre alle ore 18 (diretta Rai Sport) in un Pala Kioene sold out affronterà la Cina nel primo test match (gara che verrà replicata il 6 settembre a Siena (anche questa diretta Rai Sport ore 18).  Proprio a cavallo tra le due gare verranno resi nomi i nomi dei 14 atleti che prenderanno poi parte ai Campionati del Mondo.

A presentare il doppio impegno è Filippo Lanza: “E’ arrivato finalmente il momento di scendere in campo; onestamente sentiamo la mancanza dell’adrenalina della gara e ora abbiamo la possibilità di disputare due partite di livello che sicuramente ci aiuteranno nella marcia di avvicinamento alla rassegna iridata. La nostra preparazione è stata lunga e intensa, ma è normale dato che il torneo sarà faticoso e molto difficile. La Cina di Lozano è un avversaria non semplice quindi le partite ci daranno indicazioni importanti. Mi aspetto di giocare subito la nostra pallavolo cercando di metterli nell’angolo il prima possibile. Saranno due buone occasioni per capire a che punto siamo con la preparazione e per regalare al pubblico di Padova una bella serata di volley”.

Il Mondiale in casa è ormai alle porte e lo schiacciatore passato in estate a Perugia appare carico: “Sento spesso parlare di responsabilità dato il fattore campo ma a mio avviso le cose non stanno così. E’ un’occasione unica, bellissima; io riesco a vedere solo gli aspetti positivi. Basta pensare ai 70mila biglietti già venduti; credo non si debba aggiungere altro. Abbiamo bisogno del nostro pubblico che rappresenterà l’uomo in più; vogliamo regalare un grande spettacolo tutto da ricordare”.

Il martello veneto poi prosegue: “L’Italia ha l’ambizione di giocare il Mondiale al meglio, da protagonista, ma per farlo è necessario ritrovare la magia di Rio, quell’alchimia che rese speciale quei giorni. Noi siamo pronti e carichi, ma soprattutto abbiamo voglia di affrontare assieme questa nuova avventura, consapevoli del nostro valore e della nostra forza. Dal mio punto di vista mi sento bene, sono carico. Ho lavorato tanto per recuperare la forma migliore e farmi trovare pronto per l’appuntamento clou della stagione”.

Arbitri dell’incontro di Padova saranno Dominga Lot e Maurina Sessolo

Gli azzurri: Oleg Antonov, Simone Anzani, Michele Baranowicz, Davide Candellaro, Enrico Cester, Massimo Colaci, Simone Giannelli, Osmany Juantorena, Filippo Lanza, Gabriele Maruotti, Daniele Mazzone, Gabriele Nelli, Luigi Randazzo, Salvatore Rossini, Roberto Russo, Ivan Zaytsev.

I precedenti contro la Cina 
53 vittorie, 11 sconfitte, 64 totali
Ultimo incontro disputato: 15/6/2018 Italia-Cina 1-3 (23-25, 21-25, 25-19, 17-25) – VNL

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD