Kioene Padova: Alberto Polo e la sua estate

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Di Redazione

Giovane di ottime prospettive, Alberto Polo è attualmente impegnato con la propria squadra, la Kioene Padova, con cui disputerà la prossima Superlega. Il 22 enne, ritorna in palestra dopo un’estate probabilmente da incorniciare: la conquista della medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo con la nazionale italiana e la vittoria del Premio “Gianfranco Badiali” che la Lega Volley assegna al miglior giocatore Under 23 del massimo campionato.

Ora però testa alla stagione che prenderà il via domenica 14 ottobre (in casa contro la Lube Civitanova), come riportato dal quotidiano “Il Mattino di Padova“: «So che riuscire a ripetermi non sarà facile. Le aspettative ci sono e, comunque, se io mi sono espresso bene il merito è anche dei miei compagni e una buona parte di loro è rimasta», afferma il 22enne centrale bassanese. «Il mercato? È stata una novità ritrovarmi al centro dell’interesse. Ci sono state molte operazioni nelle scorse settimane e io non avevo idea di come finisse, anche perché sono state le società a muoversi. Rimango a Padova consapevole di aver avuto una grande opportunità alla Kioene, dopo una stagione che si sarebbe chiusa meglio se fossimo approdati ai playoff. Vorrà dire che ci riproveremo».

Ai colori azzurri è legato un po’di rammarico: Polo sperava di rimanere nel gruppo della nazionale maggiore del Ct Blengini. Anche lui avrebbe potuto essere nella squadra che domenica prossima, proprio alla Kioene Arena, giocherà l’amichevole pre-Mondiale con la Cina (nel gruppo, che oggi riprenderà ad allenarsi in Val di Fiemme, c’è invece Randazzo). «È stata comunque una bella estate, ricca di emozioni, con quella medaglia vinta a Tarragona. Ora però sono concentrato solo sul campionato. La mia griglia di partenza? Ci sono due squadre fuori livello, Civitanova e Perugia, e una fascia media in cui siamo anche noi. L’obiettivo? I playoff».

Il centrale classe ’95 si appresta a vivere la sua seconda stagione con la maglia dei patavini e saprà sicuramente ritagliarsi il ruolo da protagonista.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE