Sottile: “L’età avanza ma io sto bene. Sarà un campionato difficile. Lube e Perugia favorite”

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

La carta di identità non esiste quando si hanno due mani come le sue. Il nuovo corso Tubertini a Latina riparte dall’eterno Daniele Sottile, che ha rilasciato una bella intervista alla Gazzetta del Sud, partendo proprio dal fattore esperienza:
“Spulciando gli organici ho scoperto che sono il giocatore più vecchio della Superlega, l’età avanza ma io sto bene fisicamente, gli stimoli e le motivazioni sono forti e sento che posso dare molto a questa squadra in campo ma anche in termini di esperienza”.

Si passa poi a parlare del Latina che verrà.
“Questo a mio parere è un gruppo costruito con molto acume, un bel mix tra giovani che hanno tantissima voglia di lottare in questo campionato e giocatori esperti che cercheranno di aiutarli nel miglior modo possibile nel loro percorso di crescita. Sappiamo che il campionato è di altissimo livello e, con due retrocessioni previste, ci sarà da lottare per raggiungere la salvezza, ma siamo consapevoli di poterlo fare”.

Il debutto si preannuncia subito di fuoco con i campioni d’Italia in carica della Safety Perugia.
“Una partita bella tosta ma anche ricca di fascino, poi affronteremo Monza e Siena in casa e nel mezzo la trasferta di Milano con la Revivre. Dovremo presentarci ben rodati in avvio di stagione, per raccogliere più punti già nella parte iniziale del campionato. Partire bene genera sempre entusiasmo e consapevolezza nei propri mezzi”.

Per quanto riguarda il campionato in ottica tricolore, il palleggiatore milazzese non ha dubbi:
“Vedo Perugia e Civitanova un gradino sopra le altre, ma Modena e Trento sono anche loro molto competitive. Per quanto riguardala Tonno Callipo, la società ha messo in piedi una bella squadra che può giocarsi le sue carte per disputare un buon campionato. Può essere una sorpresa”.

E concludiamo con Latina:
“Latina è una piazza storica del campionato, abituata a lottare anno dopo anno per mantenersi nell’élite della pallavolo italiana, non ci siamo mai tirati indietro e siamo pronti ad affrontare questa nuova sfida”.

ISPEDIA_LEADERBOARD