Balaso raccoglie l’eredità da libero Lube, saprà non far rimpiangere Grebennikov?

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC

Di Redazione

Tra tanti campioni affermati che si ritroveranno ad indossare la maglia della Lube nella stagione 2018/19, Fabio Balaso aspira a diventare il numero uno nel proprio ruolo, giocando in una squadra di fenomeni internazionali.

Balaso, veneto, classe 1995, si dovrà misurare in uno spogliatoio di giocatori già affermati. Per un ventiduenne, molto promettente, l’avventura alla Lube è un vero e proprio salto di qualità che può proiettare Balaso nell’olimpo del volley. E quindi ricevere degnamente l’eredità di Corsano, miglior libero azzurro, dei francesi Henno, Exigà e Grebennikov che hanno ricoperto questo ruolo dopo l’era Corsano.

Domani alle 18.00 nella sala stampa dell’Eurosuole Forum di Civitanova, i tifosi della Lube potranno, per la prima volta, abbracciare il nuovo libero biancorosso. A Balaso la Lube ha offerto un quadriennale a dimostrazione di quanto e come la società abbia puntato forte su di lui. Con l’acquisto di Balaso, in un gruppo di campioni affermati, la Lube sta dimostrando di pensare anche al futuro non solo al presente. Alle spalle dei vari Bruninho, Juantorena, Simon, Stankovic, possono maturare e crescere talenti del calibro di Balaso, Cantagalli, Diamantini e Partenio. Un mix di giovani promesse azzurre ed esperti giocatori che, nelle intenzioni della società, deve garantire successi non solo per l’immediato ma anche in futuro.

Il 20 agosto inizierà la preparazione per i vice campioni del mondo per club, d’Italia e d’Europa, che si ritroveranno all’Eurosuole Forum per la fase più importante della stagione che è quella della costruzione del metodo di gioco e di amalgama di squadra. I giocatori in campo, a sudare e lavorare sodo, i tifosi a curiosare sugli spalti perchè lo spettacolo vero, oltre che la domenica, sarà quotidianamente nel vedere all’opera, a lavoro, tanti campioni in un unico club.

(Fonte: Corriere Adriatico)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE