L’estate di Medei: “Simon completa il roster. Ma il 20 agosto non avrò Bruno…”

Sandlovers_LEADERBOARD
Lube Volley

Di Redazione

La settimana di vacanza sulle amate montagne del Trentino è stata probabilmente bella come non mai per Giampaolo Medei. Il coach della Lube, appena tornato a Civitanova, sulle Dolomiti ha ricevuto la notizia dell’arrivo anticipato di Simon, un ultimo acquisto straordinario.

La Lube ha saputo rispondere con una raffica di acquisti e colpi tale da annullare l’effetto psicologico e tecnico scaturiti dall’ingaggio di Leon da parte dell’arci-rivale Perugia e si presenta alla prossima SuperLega con una batteria di campioni mai vista nella storia del club.

Il Resto del Carlino ha intervistato Medei, mentre Cester e Juantorena (lo schiacciatore domenica si è intrattenuto a giocare a beach volley in uno chalet del lungomare nord di Civitanova) raggiungevano Cavalese per prender parte al collegiale azzurro con il ct Blengini. Sempre ieri la società ha ufficializzato la data di inizio del raduno che, confermando le voci che stavano circolando, sarà il 20 agosto.

Coach, una chiusura di mercato davvero col botto per la Lube…

“Sono molto felice. L’arrivo di Simon è importante sia per la grande qualità del centrale che in Champions potrò utilizzare senza vincoli al fianco di Stankovic, sia perché sostituirà Sokolov da opposto in attesa del rientro di Tsvetan”.

In percentuale quanto è aumentata la sua eccitazione e quanto la pressione di vincere avendo a disposizione una squadra stellare?

“Sono felice e basta. Ringrazio la società per questa operazione complicata che è la ciliegina sulla torta. Simon ci dà più prestigio e mi dà più mezzi per raggiungere gli obiettivi”.

Ci ha parlato?

“Ancora no”.

La cosa molto positiva è che, a differenza dell’anno scorso, avrà lui, Leal ed altri 8 giocatori già per l’avvio del raduno…

“Sì, vero, il 20 avrò i due cubani ma anche Diamantini, Massari, Marchisio, Cantagalli, Partenio, Sokolov e forse Balaso”.

Degli assenti pesa soprattutto l’indisponibilità di Bruno (per il Mondiale) dato che sarà il nuovo grande direttore d’orchestra?

“Sì, perché inizierà la stagione non essendosi praticamente mai allenato con noi e quindi non conoscendo i compagni”.

Che ne pensa del cartellino verde e della possibilità di eliminare un time out per set?

“Sono interventi che mirano a limitare i tempi morti, mi sembrano buone idee”.

Ci presenta il nuovo scoutman Alessandro Zarroli?

“Lo conoscevo indirettamente. Dopo esperienze ad alti livelli ed una breve inattività, voleva rientrare nella pallavolo e con lui allarghiamo lo staff così da ottimizzare il lavoro”.

Dopo la vacanza in Trentino che farà ora?

“Raggiungerò Cavalese e poi andrò a seguire la nazionale polacca, insomma mi dedicherò ad un periodo di aggiornamento tecnico”.

(Fonte: Il Resto del Carlino Macerata)

Spalding_Leaderboard