“Lube, è un mercato straordinario. Simon? Meglio compagno che avversario…”

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Ufficio Stampa Lube

Di Redazione

E’ iniziata con tanta pazienza l’estate della stella della Lube Tsvetan Sokolov, attualmente a Civitanova per completare il percorso di riabilitazione e potenziamento del tendine rotuleo del ginocchio sinistro operato il 4 giugno. Andrea Scoppa lo ha intervistato per il Resto del Carlino, per capire quali siano attualmente le sue condizioni e per parlare del mercato stellare della Lube.

Sokolov, come sta?
«Bene, non ho dolore particolare. Le stampelle le ho tolte subito, due giorni fa è stata la volta delle grappette mentre per un’altra settimana dovrò tenere il tutore».

E’ vero che le è stato tolto un pezzo dell’osso?
«Sì era diventato 4 volte più grande di quello dell’altra gamba».

Come trascorre le giornate?
“Sono tornato dopo 10 giorni in Bulgaria e non potrò fare vere vacanze o andare al mare. Sono a casa con la famiglia e mi dedico alla crioterapia».

Quando rifarà dei controlli e avrà delle idee più precise sui tempi di recupero?
«Sono stato due volte a Roma e il professor Mariani ha detto che il ginocchio è meno gonfio di come si aspettava. Una buona notizia. Tra due settimane tornerò a Villa Stuart e potrei avere l’ok per iniziare con gli esercizi di isometria ma sul quando tornare non so…».

È stata una decisione difficile nell’estate del Mondiale.
«Sì, anche perché la competizione iridata si gioca nel mio paese, tuttavia non potevo non farla. Negli ultimi mesi giocavo senza allenarmi e dovevo operarmi per garantirmi continuità ad alti livelli».

Che ne pensa del mercato della Lube? Se viene anche Simon sarete stellari.
«Finora è stato straordinario. Sulla trattativa per Simon so le cose dai giornali, di sicuro è meglio averlo come compagno che avversario. E’ un campione».

Quanto è difficile restare in un club controvoglia?
«Parecchio e non conviene a nessuno».

(Fonte: Il Resto del Carlino)

 

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC