La nuova Ravenna di Graziosi: si riparte da Argenta e Verhees

LEAD_BASE_ALD

Di Redazione

Con il ricordo ancora ben impresso nella mente della bella vittoria in Challenge Cup, la Bunge Ravenna non ha comunque perso di vista il proprio obiettivo: il volley mercato, cercando di chiudere il roster per la prossima stagione prima della tre giorni bolognese e partendo proprio dalla panchina con l’ingaggio di coach Gianluca Graziosi in arrivo dalla Caloni Bergamo (A2 Maschile).

Dopo l’addio di Orduna, accasatosi a Monza, la dirigenza ravennate è andata a pescare all’estero, esattamente dal Montpellier, il nuovo palleggiatore italiano, Davide Saitta, esperto regista siciliano che in passato ha vestito anche la maglia della nazionale. Alle sue spalle potrebbe arrivare l’abruzzese Simone Di Tommaso, lo scorso anno a Siena in A2.

Per quanto riguarda il ruolo di opposto, ancora nessuna ufficialità, ma con molta probabilità arriverà in Romagna il giovane Andrea Argenta, nell’ultima stagione tra le fila di Modena.

Completo invece il reparto schiacciatori con due conferme e due arrivi. Giacomo Raffaelli sarà per la terza stagione di fila un giocatore di Ravenna insieme all’altro confermato, l’argentino Cristian Gabriel Poglajen. A loro due si aggiungono il giovanissimo Daniele Lavia, proveniente dalla Materdomini Castellana Grotte e fresco del successo della Junior League, e il pallavolista lussemburghese Kamil Rychlicki (biennale per lui) in arrivo dal Noliko Maaseik.

Al centro vedremo tutta l’esperienza di Pieter Verhees, posto tre belga nell’ultima stagione a Vibo Valentia. Al suo fianco potrebbe arrivare un altro atleta esperto come Alberto “pupo” Elia, ma di ufficiale non c’è ancora niente.

Infine, in maglia giallorossa, nel ruolo di libero ci sarà sempre lui, Riccardo Goi, alla sua sesta stagione a Ravenna. Il suo vice, invece, potrebbe essere ancora Stefano Marchini, la cui conferma dovrebbe arrivare a giorni.

All’appello dunque mancano davvero poche pedine per completare la rosa che scenderà in campo nella stagione 2018/2019.

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC