Cuneo espugna il Pala Fenera e porta Chieri alla bella

Sandlovers_LEADERBOARD
Ufficio Stampa Chieri

Di Redazione

Ancora un tie-break a chiusura di una partita tiratissima, ma questa volta favorevole all’Ubi Banca San Bernardo Cuneo.

La squadra di Pistola espugna il PalaFenera 16-18 al quinto set e porta in parità la serie di semifinale play-off col Fenera Chieri ’76. Si va alla bella, martedì 1 maggio (ore 17) al PalaUbiBanca di Cuneo: la vincente raggiungerà le finali.

Perso il primo set 22-25, le biancoblù ribaltano il punteggio in 2-1 aggiudicandosi le due successive frazioni con un doppio 25-23. Cuneo fa 2-2 vincendo il quarto set 19-25. Nel tie-break padrone di casa un po’ troppo fallose, mentre fra le ospiti sale in cattedra Vanzurova. Alla fine i 34 punti (con quasi il 50% di efficacia) dell’opposto ceco incidono eccome sul risultato.

Chieri-Cuneo dunque finisce 2-3. Una bellissima partita che entrambe le squadre avrebbero meritato di vincere, in un palazzetto pieno di colori e calore.

Per martedì la società organizza nuovamente il pullman per i tifosi biancoblù.
Costo €15,00 comprensivo di viaggio e ingresso al palazzetto.
Partenza ore 14.30 da Piazza Europa (Chieri).
Per adesioni scrivere via mail a marketing@chieri76.it entro le ore 16.00 di lunedì 30 aprile.

Fenera Chieri ’76-Ubi Banca San Bernardo Cuneo 2-3 (22-25; 25-23; 25-23; 19-25; 16-18)
FENERA CHIERI ’76: De Lellis 2, Manfredini 17, Middleborn 2, Akrari 13, Angelina 22, Perinelli 16; Bresciani (L); Lualdi 9, Moretto. N.e. Colombano, Saldi, Mezzi, Sandrone. All. Secchi; 2° Sinibaldi.
UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Dalia 2, Vanzurova 34, Mastrodicasa 12, Guidi 11, Segura 10, Borgna 11; Caforio (L); Bonifazi 3, Aliberti 1, Baiocco. N.e. Bruno. All. Pistola; 2° Petruzzelli.
ARBITRI: Merli e Toni di Terni.
NOTE: presenti circa 1000 spettatori. Durata set: 24′, 29′, 29′, 26′, 23′. Errori in battuta: 13-7. Ace: 4-5. Ricezione positiva: 58%-64%. Ricezione perfetta: 28%-34%. Positività in attacco: 38%-44%. Errori in attacco: 13-16. Muri vincenti: 9-10,

La cronaca

Primo set – Sul 4-4 Cuneo guadagna la prima palla break dell’incontro con Guidi. Le ospiti salgono a 6-9, Chieri rientra a 8-9 ma la squadra di Pistola di nuovo allunga costringendo coach Secchi a fermare il gioco (10-15). Sul 12-17 il turno di battuta di Manfredini e la crescita del muro-difesa biancoblù valgono il recupero a 16-17 (Angelina). Segura ferma il rientro del Fenera, poi Cuneo scappa a 19-23 (Mastrodicasa). Borgna mette a terra il 21-24, la prima palla set si autoannulla su errore di Segura, nello scambio successivo Angelina serve in rete ed è 22-25. Nelle statistiche di fine set svetta Guidi: 6 punti con l’86% in attacco. Da parte chierese, troppi gli errori non forzati.

Secondo set – Sul 9-9 coach Secchi toglie Middleborn, in giornata no, inserendo Lualdi. Il Fenera Chieri ’76 prende in mano il set salendo a 15-10, qui coach Pistola cambia palleggio sostituendo Dalia con Bonifazi. Da 21-16 le difese di Cuneo mettono in grossa difficoltà le biancoblù che si vedono recuperare a 23-23, anche con un contestatissimo punto (il 21-23) dato buono a Vanzurova fra mille dubbi. Manfredini torna a muovere il punteggio di Chieri chiudendo a fatica il 24-23. Nello scambio successivo il servizio di Angelina aiutato dal nastro vale l’ace del 25-23.

Terzo set – Secchi conferma Lualdi, mentre nel sestetto ospite rientra Dalia. Da 5-4 (Lualdi) la Ubi Banca San Bernardo compie un break a 7-11. Cuneo viene ripreso sul 16-16, di nuovo allunga a 17-19 ma ancora viene raggiunto sul 20-20. Il 23-22 di Manfredini permette al Fenera Chieri ’76 di tornare in vantaggio per la prima volta dopo le fasi iniziali. L’attacco lungo di Segura dà alle biancoblù il 24-22. Le ospiti annullano la prima palla set con un tocco di seconda di Bonifazi (da poco rientrata per Dalia) che trova la deviazione di De Lellis, coach Secchi chiama time-out e nell’azione successiva una diagonale strettissima di Angelina è il punto del 25-23. Nelle statistiche di fine set svettano i due opposti: Manfredini 7 punti col 70%, Vanzurova 8 punti col 64%.

Quarto set – Coach Pistola conferma Bonifazi in regia. La Ubi Banca San Bernardo prende subito qualche punto di margine, non si fa più avvicinare e sul 16-18 compie lo strappo decisivo chiudendo 19-25 con una pipe di Vanzurova.

Quinto set – Punto a punto fino al 7-9, quando Cuneo guadagna due lunghezze con una difesa disperata del libero Caforio che cade all’incrocio delle linee nella metà campo chierese. Coach Secchi ferma subito il gioco, le ospiti salgono ancora a 8-11 (Vanzurova), Chieri rientra a 10-11, questa volta è Pistola a chiamare time-out e al rientro in campo la sua squadra sale a 10-13. Finita qui? No. Con Angelina, un errore in attacco di Mastrodicasa e un muro di Akrari il Fenera pareggia a 13. De Lellis serve lungo ed è 13-14, quindi Manfredini fa mani-out: 14-14, si va ai vantaggi. Chieri alle corde, ma si difende con i denti e annulla altre due palle match, infine Vanzurova e Segura fanno scendere i titolo di coda sul 16-18.

Il commento
Luca Secchi: «È stata un’altra gran bella partita, combattuta come testimoniano i punteggi dei vari set. Ha vinto la squadra che ha meritato un po’ di più: poco di più, ma l’ha meritato. Nel tie-break abbiamo regalato 6 palloni su 15, nel computo totale sono punti che pesano, a differenza di gara1 in cui eravamo stati molto bravi a tenere tutto sotto controllo. Ci sta, un po’ la fatica, un po’ l’emozione.

Non credo sia il caso di mettersi a recriminare. Alla fine entrambe le squadre hanno giocato una gran bella partita, ma come sempre qualcuno deve vincere e qualcuno deve perdere. La cosa più intelligente che possiamo fare è accettare il risultato del campo e pensare come fare meglio di oggi nella gara di martedì».

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD