Serie B1 femminile girone A: l’Abo Offanengo inciampa a Lurano (3-1)

Spalding_Leaderboard
Ufficio Stampa Abo Offanengo

Di Redazione

Una serata negativa condanna l’Abo Offanengo alla sesta sconfitta stagionale. Ancora una volta, come due anni fa nei play off di B2, il campo bergamasco di Lurano si conferma indigesto per la squadra di Giorgio Nibbio, caduta in quattro set contro la Pneumax nella quart’ultima giornata della stagione regolare di B1.
Per Porzio e compagne, sesto ko stagionale e un’occasione mancata per mettere una più importante ipoteca sull’accesso ai play off. Così, l’Abo resta ferma al terzo posto a quota 49 punti, vedendo scappare Settimo (ora seconda a 55) e non approfittando del ko di Vigevano (alla vigilia quarto a -5) contro Don Colleoni, nuova quarta forza del campionato con 46 punti e ora a -3 da Offanengo.
A Lurano, le neroverdi sono rimaste in partita nella fase centrale, mentre gli estremi del match sono stati pressoché a senso unico a favore delle padrone di casa. Sotto 1-0, Offanengo si è fatta applaudire per la poderosa rimonta del secondo parziale (da 20-14 a 20-22, chiudendo poi 22-25). Ancora cuore nel terzo set, con più tentativi di risalire la corrente (da 19-13 a 19-17), ma qualche errore di troppo ha vanificato il bis. A quel punto, la squadra di Nibbio ha accusato il colpo a livello psicologico, non riuscendo più a stare in partita.
Non sono bastati i 22 punti di Noemi Porzio, schierata nell’occasione da opposta (Hodzic acciaccata tenuta in panchina), e i 12 di Chiara Borghi, ex di turno e premiata all’inizio con un omaggio dalla società di casa.
A livello generale, troppi errori (30  contro i 20 locali) e un attacco dalle polveri bagnate, complice anche un muro di casa particolarmente efficace (16 punti diretti).Domenica prossima al PalaCoim (ore 18) arriva la Tecnoteam Albese dell’ex Monica Rettani.
LE DICHIARAZIONI DI COACH NIBBIO:
“Ho rischiato una formazione diversa, convinto che potesse dare tanto, invece non è stato così. La responsabilità è mia, le ragazze non hanno giocato una grande gara in ogni reparto. Complimenti a Lurano che ha disputato una partita pressoché perfetta. Per quanto ci riguarda, abbiamo commesso troppi errori e avuto poca pazienza, caratteristica che avevo invece visto in settimana provando questo assetto di gioco.
In partita, invece, abbiamo avuto molto fretta e siamo riusciti a uscirne solamente del secondo set, con carattere ma anche con qualche aiuto avversario. Ora dobbiamo continuare a lavorare, abbiamo tre partite da disputare e tre punti di vantaggio da difendere, ma pensando solo a noi e a vincere i nostri match, cercando di rifarci già domenica in casa contro Albese dopo aver lavorato bene tutta la settimana”.
 
Risultati quart’ultima giornata serie B1 femminile girone A:
Tecnoteam Albese-Lilliput Settimo Torinese 0-3
Capo d’Orso Palau-Alfieri Cagliari 3-0
Cosmel Gorla-Volley 2001 Garlasco 0-3
Pneumax Lurano-Abo Offanengo 3-1
Parella Torino-Brembo Volley Team 3-1
Florens Re Marcello Vigevano-Don Colleoni 1-3
Eurospin Ford Sara Pinerolo-Arredo Frigo Makhymo Acqui 3-0
Classifica:
Eurospin Ford Sara Pinerolo 63, Lilliput Settimo Torinese 55, Abo Offanengo 49, Don Colleoni 46, Florens Re Marcello Vigevano 44, Capo d’Orso Palau 39, Arredo Frigo Makhymo Acqui 37, Tecnoteam Albese, Pneumax Lurano 35, Volley 2001 Garlasco 32, Parella Torino 22, Cosmel Gorla 14, Brembo Volley Team 12, Alfieri Cagliari 0.
LA PARTITA – Prima del match, Chiara Borghi riceve un omaggio dal capitano (e amica) del Lurano Valentina Cester per i cinque anni trascorsi nel sodalizio bergamasco. Sul rettangolo di gioco, l’Abo scende in campo con un assetto innovativo: capitan Porzio viene spostata da posto quattro a opposta in diagonale con la regista Milani, mentre in banda giocano Dalla Rosa e Ginelli. Borghi e Donarelli sono le centrali e Portalupi libero. Lurano risponde con la diagonale Ferri-Selmi, con Cornelli e Cester in banda, Colombi e Monforte centrali e Ardo libero.
Il primo break è neroverde (1-3 con Dalla Rosa), ma le rossoblù di casa ribaltano la situazione con i due ace di Colombi (8-5). La risposta di Offanengo è affidata al muro di Borghi e a Ginelli (8-7), poi il pallonetto out della centrale cremasca regala il 15-12 alle padrone di casa. Coach Nibbio chiama time out , le sue ragazze restano in carreggiata (17-16), ma due muri rilanciano la corsa di Lurano: 20-16 e altra sosta chiesta dal coach dell’Abo. L’errore di Porzio vale il +5 bergamasco, la parallela fuori di Ginelli il 22-16, così Lurano (approfittando del turno in battuta di Cornelli) marcia decisa verso il 25-18 (attacco out di Dalla Rosa).
Dopo il cambio di campo, Offanengo riparte con decisione, allungando sul turno al servizio di Ginelli con la complicità in prima linea di Donarelli a muro (0-3). Lurano risponde con l’ace di Monforte (2-3) , poi aggancia e sorpassa con l’opposta Selmi (6-5). L’ace di Cornelli regala il +2 alla Pneumax, poi il muro di Selmi vale il 9-6 locale. Offanengo, però, non demorde e continua a stare a galla, sfruttando la parallela di Dalla Rosa (12-11 e time out Mazzatinti). Le bergamasche non si scalfiscono e rilanciano con il muro di Selmi su Dalla Rosa. La stessa opposta rossoblù sigla i contrattacchi che portano al 17-12 (nonostante il time out di Nibbio), che poi diventa 18-12 con quello vincente di Cornelli. L’ace di Milani tiene accesa la fiammella neroverde (20-16), con il gap che si accorcia con il diagonale lungo di Cester e con il muro di Ginelli. Sul 20-18, time out di casa, ma Porzio chiude la porta a Monforte per il -1. Lo stesso capitano dell’Abo sigla speronamento e sorpasso (20-21), poi Donarelli regala il break (20-22). Il muro di Monforte garantisce l’arrivo in volata (22-22, time out Nibbio), ma Dalla Rosa rende pan per focaccia per il 22-24 ospite, poi Ginelli posiziona la ciliegina sulla torta: ace del 22-25 e un set pari.
In avvio di terzo set, Offanengo cavalca l’onda con la battuta (ace di Dalla Rosa e Donarelli per il 2-4), ma Lurano piazza il filotto sul turno in battuta di Cester finalizzato in prima linea da Cornelli (6-4 e 8-4). Coach Nibbio ferma il gioco,  Dalla Rosa ricuce da posto quattro (9-7) , poi Porzio sigilla il -1 (9-8). Due attacchi out aiutano l’Abo nella rimonta (11-11), anche se Lurano (nel frattempo avvertita con un cartellino giallo) risponde subito (13-11). Ginelli dice no (13-13), ma due falli fischiati in palleggio a Milani e la parallela in rete di Ginelli regalano il 17-13 alla Pneumax. Time out di Nibbio, ma la striscia d’oro di Lurano (con Ferri in battuta) prosegue per il 19-13. Porzio suona la carica (19-15), Ginelli segue il consiglio per il -3 (time out Mazzatinti), ancora Noemi a segno (19-17), mentre le bergamasche respirano con un muro. La fast di Borghi termina fuori (22-18), sul 23-19 arriva un giallo ospite, la carta-Angelini in battuta non ha fortuna e così la Pneumax trova il 25-21 e vale il 2-1.
Il quarto set si apre con le padrone di casa subito in avanti (3-0) con Offanengo in difficoltà in attacco, con le defaillance che proseguono con il passare dei punti. Sul 6-2 coach Nibbio spende il primo dei due time out a disposizione, ma Ginelli attacca fuori per l’8-3. Messa alle corde, l’Abo prova a reagire (8-5), ma non basta (11-6). Altro time out neroverde, ma Offanengo non c’è (14-8), ha un lampo (14-10), poi tornano i nuvoloni (16-10). I raggi di sole arrivano con l’ace di Borghi (19-15 e time out Mazzatinti), ma è tutto inutile: la Pneumax non ha problemi e chiude 25-16 e 3-1.
PNEUMAX LURANO-ABO OFFANENGO 3-1
(25-18, 22-25, 25-21, 25-16)
PNEUMAX LURANO:  Cornelli 14, Monforte 12, Ferri 2, Cester 9, Colombi 11, Selmi 19, Ardo (L), Rossi, Azzerboni. N.e.: Fusari, Seghezzi (L), Frigeni. All.: Mazzatinti
ABO OFFANENGO: Milani 1, Ginelli 10, Donarelli 7, Porzio 22, Dalla Rosa 8, Borghi 12, Portalupi (L), Angelini. N.e.: Russo, Hodzic, Marchesetti, Riccardi (L). All.: Nibbio
ARBITRI: Claudio Belluco e Riccardo Grasselli.

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard