Ezio Cremona: “Canottieri Ongina realtà capace di compiere un miracolo sportivo sostenibile”

Sandlovers_LEADERBOARD
Ufficio Stampa Ongina

Di Redazione

“Una realtà importante, capace di portare il nome e il paese in un contesto ben più ampio, a livello nazionale e confrontandosi con città e cittadine ben più grandi dei nostri 5mila abitanti”.
A dipingere la valenza non solo sportiva della Canottieri Ongina Volley è Ezio Cremona, consigliere delegato allo Sport del Comune di Monticelli d’Ongina che abbiamo intervistato alla vigilia di un match importante per i gialloneri di serie B, attesi sabato alle 21 al palazzetto di via Edison contro la Lorini Montichiari in una sorta di spareggio per il secondo posto del girone B (e non solo).
Il sodalizio del presidente Fausto Colombi sta portando a termine il tredicesimo anno consecutivo di attività nazionale, un lungo periodo costellato da grandi soddisfazioni, tra cui tre promozioni, l’ultima una decina di mesi fa con il salto in A2 poi seguito dalla rinuncia. A2 ora nuovamente nel mirino in questo campionato avvincente e incerto fino all’ultimo anche solo per qualificarsi ai play off.
“Il presidente Colombi – spiega Cremona – ha svolto un grande lavoro e la nostra Amministrazione segue con attenzione tutto l’universo-sport locale, che comprende anche altre discipline tra cui per esempio calcio e motonautica con risultati di rilievo in relazione alle dimensioni del nostro territorio. Quello pallavolistico è un vero e proprio miracolo, riuscendo a convogliare risorse nonostante le dimensioni ridotte del paese e creando un modello sostenibile attraverso una gestione oculata. Il tutto con risultati della prima squadra che fanno da traino per l’attività giovanile”.
Sul versante volley, qual è l’impegno dell’Amministrazione comunale?
“I bilanci non ci permettono di aiutare economicamente il sodalizio, ma attraverso il periodo quinquennale di gestione del centro sportivo sono stati di fatto garantiti un grande risparmio al gestore (Canottieri Ongina Volley ) e anche qualche entrata ospitando altre attività sportive”.
Bando che è attualmente in scadenza.
“Scade ad agosto ed è in preparazione il nuovo bando: si sente parlare di separazione di strutture per calcio e pallavolo, ma non so se sia effettivamente percorribile questa soluzione e comunque siamo a livello di voci”.
I tempi?
“Dobbiamo cercare di arrivare ad avere il nuovo gestore entro maggio, massimo giugno per permettere alle società di programmare la nuova annata sportiva”.
Se la Canottieri Ongina dovesse riuscire nuovamente nell’impresa di approdare in A2 prendereste in considerazione l’opportunità di intervenire sul palazzetto di via Edison per i necessari adeguamenti impiantistici?
“C’era stato un sopralluogo nei mesi scorsi ma esiste un carattere polivalente della nostra struttura. Se la Canottieri Ongina dovesse nuovamente tornare in A2, ne riparleremmo ma dobbiamo tenere conto delle altre discipline e delle attività sportive presenti sul territorio”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD – SOCAF-Acquarial_C