Sirci: “Leon? Manca solo l’annuncio”. Sullo Zar: “Problemi di budget, ma ci proviamo”

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Ufficio Stampa Sir

Di Paolo Frascarolo

Una partita difficile, sudatissima, ma che alla fine ha visto trionfare la Sir Safety Conad Perugia davanti ad un palazzetto infuocato. La squadra di Bernardi la spunta al quinto set, in un match tiratissimo, in cui la stanchezza per gli impegni in Coppa di entrambe le squadre ha sicuramente inciso. Nel finale di partita il Presidente Gino Sirci ha parlato del match, ma soprattutto di mercato.

Come riportato infatti nell’edizione odierna del Corriere dell’Umbria, in un pezzo firmato da Diego Anselmi, Sirci tira le orecchie ai suoi:
Abbiamo vinto di poco, se consideriamo che abbiamo giocato in casa mi viene da pensare che non abbiamo fatto una grande prestazione. Abbiamo vinto però ed è importante,  ora siamo 2-1, dobbiamo avere più costanza in battuta e soprattutto avere più concentrazione, in molti momenti della partita battiamo con leggerezza, su questo punto ci si deve lavorare perché come abbiamo visto quando siamo forti in battuta riusciamo a farli giocare lontano dalla rete e lì riusciamo ad avere la meglio. Siamo una squadra forte ma dobbiamo esserlo sempre per almeno tre set. Sarà compito di coach Bernardi capire il perché di questi alti e bassi, dovremo essere più concentrati. Sono contento per la vittoria conquistata ovviamente ma vorrei che la partita di Trento di domenica prossima sia presa con meno leggerezza altrimenti rischieremo di perdere. Trento è molto forte e sono cresciuti, anche Teppan è stato molto pericoloso, quindi bisogna stare molto attenti“.

Momenti importanti sia per la stagione che per il mercato:
Leon è sempre più vicino manca solo l’annuncio anche se si è parlato di molte cose ed in questo momento è più importante giocare. La disponibilità di Zaytsev nel poter rimanere a Perugia ha creato un problema dal punto di vista del budget ma è interesse della Sir cercare di tenerlo con noi, faremo il possibile per cercare di tenerlo con noi, ma ovviamente dovremo trovare la copertura economica“.

Nel finale di partita c’è spazio anche per una dedica, quella di Marko Podrascanin al capitano della Sir, Luciano De Cecco, vittima giovedì di un incidente stradale:
“È stata partita vera, da playoff, dove è una palla a decidere. Per fortuna stavolta quella palla ha deciso a nostro favore dopo una paio di tie break persi. Ma era importante vincere, 3-0 secco o 3-2 soffrendo adesso non importa. Abbiamo difeso il nostro campo. Cosa ha deciso? Tutto. Siamo stati sempre uniti, ci abbiamo creduto, non abbiamo mai mollato e dedichiamo questa vittoria al nostro grande capitano“.

(Fonte: Corriere dell’Umbria)

Sandlovers_LEADERBOARD