Tra poco la Bunge Ravenna contro Padova per i playoff Challenge

Sandlovers_LEADERBOARD
Ufficio Stampa Ravenna

Di Redazione

Nuovo capitolo per la Bunge. I ravennati, nel giorno di Pasqua, affrontano a Padova la Kioene (inizio ore 18, arbitri Santi e Luca Saltalippi, entrambi di Perugia) nell’andata dei quarti di finale dei playoff per il quinto posto.

Questa competizione, l’anno scorso vinta a Verona proprio dalla formazione di Soli, dà diritto alla vincitrice di partecipare alla Challenge Cup e ha cambiato formula: non verrà infatti più disputata la Final Four, ma i quarti e le semifinali si svolgeranno in gare di andata e ritorno (con eventuale golden set) e la finalissima sarà unica sul campo della miglior classificata al termine della regular season. Il match di ritorno contro i veneti è in programma sabato 7 aprile al Pala De André (ore 18).

L’impegno in questi playoff si inserisce tra la spettacolare sfida di domenica scorsa a Perugia, con la Bunge capace di mettere a dura prova la Sir Safety Conad nella ‘bella’, e soprattutto la finalissima di andata di Challenge Cup, con Orduna e compagni che mercoledì 4 aprile ospiteranno al Pala De André (ore 20) i greci dell’Olympiacos Pireo.

Nel frattempo prosegue a gonfie vele la prevendita per assistere a una partita attesa 21 anni, con circa 2mila tagliandi già venduti tra biglietteria e promozioni con le società di pallavolo del territorio. “Tra partite di campionato, Coppa Italia e Challenge Cup – spiega il tecnico Fabio Soliè stata una stagione davvero intensa e impegnativa, soprattutto per una squadra come la nostra con un roster non molto ampio. In settimana i ragazzi hanno usufruito di due giorni di riposo, staccando un po’ la spina dopo aver corso tanto, ma già mercoledì, alla ripresa degli allenamenti, ho visto un gruppo che ha ripreso a lavorare con grande voglia di sudare e con la volontà di utilizzare tutte le energie rimaste nei prossimi appuntamenti”.

Guardando gli avversari, accanto ai confermati Balaso, Bassanello e Volpato (tutti e tre padovani doc) è stata rivoluzionata la diagonale palleggiatore/opposto, che si affida all’esperienza di Travica e alla freschezza di Nelli. L’organico guidato da Valerio Baldovin è completato dai centrali Polo (ex Cmc Romagna nel 2015/16) e Sperandio, dal baby regista Peslac, dalle bande Randazzo, Gozzo, Scanferla, Cirovic e Koprivica, questi ultimi due serbi come l’opposto “di scorta” Premovic.

“Il nostro obiettivo principale è la finale di Challenge Cup e quindi il match di Padova va considerato soprattutto come un’occasione da sfruttare al massimo per prepararsi al meglio per la doppia sfida con l’Olympiakos. La Kioene può contare su giocatori di qualità ed esperienza, con buone individualità al servizio e a muro.

Si tratta di un avversario di tutto rispetto, che proprio contro di noi si è giocato le sue chance per qualificarsi ai playoff fino quasi alla fine della regular season. Questa gara rappresenta un bel banco di prova, dove cercheremo di dare il massimo per raggiungere il migliore risultato possibile. A prescindere da chi verrà utilizzato, scenderà in campo la ‘solita’ Bunge – termina Solipronta a esprimere le proprie qualità tecniche e caratteriali”.

 

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD