Trento e Perugia, la grande sfida degli ex

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Ufficio stampa Sir Safety Conad Perugia

Di Redazione

Si riparte subito! È la regola dei playoff. Lo è quando si perde perché hai subito la possibilità di rifarti. Lo è anche quando si vince perché non è permesso cullarsi sugli allori, ma è necessario mettere subito la testa nel frullatore.

E così è per la Sir Safety Conad Perugia che oggi pomeriggio torna prontamente al PalaEvangelisti per una seduta di lavoro. Puramente fisico in sala pesi per chi ha avuto più spazio ieri, anche tecnico per i giocatori meno impiegati.

È il “day after” susseguente al successo dei Block Devils in gara 1 di semifinale scudetto contro Trento. Un successo importantissimo, sofferto ed alla fine meritato per gli uomini di Lorenzo Bernardi. Un successo assolutamente provvisorio in una serie al meglio delle cinque, ma al tempo stesso un toccasana per tenere alto il livello di entusiasmo del gruppo capitanato da Luciano De Cecco.

Del 3-1 di ieri, prima di metterlo definitivamente in ghiaccio, parlano i due ex di questa semifinale, Dore Della Lunga e Massimo Colaci.

“Si tratta di una ovvietà in particolare  nei playoff – dice lo schiacciatore di origini marchigiane – ma il risultato era la cosa più importante. Trento ha giocato bene, sicuramente molto meglio delle altre volte in cui lo abbiamo incontrato quest’anno, dimostrando di essere cresciuta molto. L’abbiamo vinta sui nervi e secondo me da qui in avanti spesso saranno gli aspetti caratteriali a decidere nei playoff. Il fattore campo? L’anno scorso proprio con Trento abbiamo visto che era un aspetto importante. Quest’anno siamo stati bravi a vincere anche da loro e domenica vogliamo riprovarci. A Trento non è semplice per nessuno e non sarà semplice per noi però ci proviamo”.

“È stata una vittoria sofferta – sottolinea invece il libero pugliese – ma questi sono i playoff dove le partite sono incredibili, dove i set finiscono ai vantaggi e dove la differenza la fanno i dettagli. Ieri è stato bello giocare, mi sono divertito ed ovviamente sono contento per una vittoria molto importante. Trento ha un organico forte, ha avuto problemi a trovare i giusti equilibri all’inizio della stagione avendo cambiato tanto. Ma quella di ora è la vera Trento e ci farà sudare fino alla fine. Domenica? Sarà molto dura, il fattore campo nei playoff conta. Ma noi cerchiamo sempre di imporre il nostro gioco e di vincere su tutti i campi e ci proveremo anche dopodomani”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE