Serata da dimenticare per Busto, passa Pesaro 3-0

LEADERBOARD_GPCAR_2008
FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Di Redazione

Continua il mal di trasferta per la Unet E-Work Busto Arsizio che esce sconfitta anche dal Pala Campanara di Pesaro per 3 set a 0. Il match, dall’andamento equilibrato, ha messo però in luce nelle fasi decisive una maggiore aggressività tecnica e mentale da parte delle padrone di casa. La squadra di Bertini, sempre capace di chiudere a proprio favore i parziali, ha dunque conquistato meritatamente i tre punti necessari per raggiungere i play-off, mentre il team di Mencarelli non ha sfruttato l’occasione per mettere importanti punti in cascina, considerate anche le sconfitte delle inseguitrici Monza e Modena.

Determinante, per la vittoria MyCicero, il servizio pungente, le difese di Ghilardi e socie, i muri (ben 10 contro i 4 biancorossi). Scatenate in attacco Nizetich (16 punti), Bokan (14) e la centrale Olivotto, spesso decisiva (11 a referto) e ben servita da Cambi. Per la UYBA in crescita Stufi (10), terza miglior realizzatrice dietro Diouf (12) e Bartsch (11).

 

Starting six: Mencarelli inizia con Orro – Diouf, Stufi – Berti, Gennari – Bartsch, Spirito libero. Bertini parte con Cambi – Van Hecke, Aelbrecht – Olivotto, Bokan – Nizetich, Ghilardi libero.

Nel primo set l’avvio è equilibrato (6-6), poi Olivotto e il muro di Bokan fanno il break (8-6). La UYBA è in difficoltà e Mencarelli ferma il gioco sull’11-7, poi Diouf firma la doppietta del 12-9; Bokan in pipe trova cambiopalla (13-9), Bartch prima sbaglia poi realizza da posto 6 (14-10). L’americana passa anche da 4 (15-11), ancora Diouf firma da due per il 15-12. Aelbrecht c’è (16-12), ma le farfalle di nuovo con Bartch provano il recupero (16-14). Gennari combatte e trova il -1 (18-17 sul servizio di Chausheva, tempo MyCicero), ma Pesaro con Nizetich ritrova il vantaggio (20-18). Gennari e Stufi pareggiano (20-20), ma il muro di Aelbrecht vale il 21-20. L’errore di Diouf fa chiamare tempo a Mencarelli (22-20), Pesaro con il muro trova tre set-ball (24-21), Olivotto chiude 25-22.

Secondo set: Stufi suona la carica (2-4), Diouf firma l’ace del 2-5; Van Hecke risponde con la stessa moneta (4-5) ed è sempre la più pericolosa delle marchigiane (5-6); Cambi di prima risponde a Diouf (6-7), ma la UYBA sembra più sicura in campo. Berti fa 7-10, ancora Diouf sigla il +4 (7-11); Bokan si fa vedere a muro (8-11), ma per la UYBA è sempre Diouf a mettere a terra i palloni da posto 2 (9-13 tempo MyCicero). Van Hecke interrompe la striscia biancorossa (10-13), Nizetich firma la doppietta del -1 (13-14); il pari arriva sul 15-15 con il muro pesarese, il sorpasso MyCicero con l’ace di Nizetich (16-15). Bokan in pallonetto fa 17-15 (dentro Wilhite per Bartsch in seconda linea), la rice UYBA sbaglia e ancora Bokan fa chiamare tempo a Mencarelli (18-15). Al rientro Wilhite sbaglia ancora rice (19-15), poi Nizetich conclude lo splendido scambio del 20-16 (dentro Botezat e Piani). Nel finale Van Hecke e Bokan salgono in cattedra (23-17), Olivotto chiude a muro (25-18).

Terzo set: l’avvio è tutto pesarese (3-0), ma la UYBA vuole riaprire la partita, pareggiando e superando con il muro di Stufi (da 5-2 a 5-7, tempo Bertini). Bartsch passa sempre di forza e di fino (8-10), Pesaro risponde colpo su colpo e Gennari regala il 12-12. Van Hecke attacca out e consegna un piccolo break alle farfalle (12-14), confermato da Stufi (13-15) e Diouf (14-16). Bartsch attacca out e si fa murare (16-16), Bokan tiene (17-17), Gennari attacca out il 18-17. Stufi sorpassa grazie al servizio di Piani (dentro per Berti in battuta 18-19), Diouf conferma e Van Hecke sbaglia (19-21), Stufi c’è (20-22), ma Diouf attacca lunga la pipe del 22-22. Ghilardi difende e Bokan in lungolinea fa chiamare tempo a Mencarelli (23-22), Cambi mura il 24-22, Chausheva, appena inserita, tira in rete il servizio del 25-23.

Stufi: “Pesaro in casa ha un servizio molto forte e difende davvero tutto. Noi abbiamo lottato, ma la differenza l’ha fatta proprio la battuta. Dispiace, ma se le avversarie giocano così è dura. Dobbiamo fare meglio con palla in mano, essere meno scontate;  dobbiamo imparare da loro per tecnica e voglia, al fine di ritrovare il nostro gioco in vista dei play-off”.

Olivotto: “Stiamo vivendo un’emozione incredibile, è da agosto che lavoriamo duramente e oggi abbiamo meritatamente conquistato i playoff: ci speravamo tantissimo. Siamo state superiori a Busto in tutti i fondamentali, ma soprattutto nell’aggressività. Siamo state brave nei finali dei set: lì si è vista tutta la nostra voglia di vincere“.

Il tabellino
MyCicero Volley Pesaro – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (25-22, 25-18, 25-23)
MyCicero Volley Pesaro: Bokan 14, Cambi 5, Olivotto 11, Vagnini ne, Nizetich 16, Ghilardi (L), Bussoli, Aelbrecht 4, Van Hecke 9, Baldi 1, Carraro ne, Arciprete, Lapi ne. All. Bertini, 2° Burini. Battute vincenti 4, errate 6. Muri: 10.
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani, Stufi 10, Spirito (L), Gennari 9, Dall’Igna ne, Orro 1, Wilhite 1, Diouf 12, Bartsch 11, Berti 5, Negretti, Botezat, Chausheva. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti 1, errate 6. Muri: 4.

Arbitri: Curto – Turtù

 

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_2008