Una finale di Coppa Italia A2 che ha il sapore di massima serie

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Coppa Italia A2
Ufficio Stampa Chieri

Di Paolo Cozzi

Settimana di finali di Coppa Italia Femminile quella che andrà in onda a Bologna nel week end con Imoco Conegliano, Unet E-work Busto Arsizio, Igor Gorgonzola Novara e Saugella Team Monza che da sabato si sfideranno per il primo grande appuntamento di questo 2018.

Vorrei soffermarmi su altre due protagoniste che si sono guadagnate il diritto di giocare a Bologna, e saranno in campo a giocarsi la Coppa Italia di serie A2, ovvero la LPM Bam Mondovi e la Battistelli S.G. Marignano, entrambe reduci da due semifinali tiratissime concluse all’ultimo respiro al tie break e da un campionato di vertice che le pone come le più serie candidate alla promozione finale.

Due squadre accomunate dall’essere cresciute molto nel corso della stagione, dopo aver affrontato momenti di difficoltà nel loro percorso di crescita a causa di numerosi infortuni.

A guidarle a questa importantissima finale due allenatori di comprovata esperienza, entrambi provenienti come nascita e crescita pallavolistica da Milano, quasi coetanei, accomunati da un passato come vice allenatori a Piacenza, con la squadra maschile per Davide Delmati coach di Mondovì, e con la femminile per Stefano Saja, coach di Marignano, che vanta esperienze anche nel maschile a fianco di Luca Monti.

Per il primo una stagione che lo sta riportando vicino a sentire profumo di massima serie, già assaporata l’anno scorso alla guida della Saugella Monza, per il secondo una stagione davvero super, per una squadra costruita per ben figurare, ma cresciuta sotto la sua guida in maniera esponenziale.

Ma veniamo alle protagoniste, coloro che bagneranno di sudore e fatica il taraflex di Bologna!

Squadra buona sulla carta, ma non tanto da essere considerata corazzata, S.G. Marignano ha trovato in Elisa Zanette, giovane opposta della squadra, la bomber perfetta per un gruppo molto coeso dove le individualità lasciano spazio a un gruppo unito, affiatato e bello da veder giocare. Dopo un anno a Palmi complicato da un brutto infortunio alla mano, ma doveva già aveva fatto intravedere le sue potenzialità, Elisa quest’anno ha trovato continuità di rendimento e maggiore fiducia, diventando una delle top scorer del campionato. Non male per una ragazza di soli 21 anni che vanta già esperienze importanti  in serie A con Novara e il Club Italia!! E nel week end compie gli anni….chissà che non si faccia un bel regalo….!!

Ad aiutare bomber Zanette la potente austriaca Markovic e soprattutto Giulia Saguatti, autentica spina nel fianco per molti avversari, precisa in ricezione e nonostante il fisico “normale” spesso risolutiva in attacco dove sfrutta una tecnica di grande spessore.

Chiudono il reparto delle attaccanti Anna Caneva e Luisa Casillo, centrali di grande esperienza che con i loro muri e la loro maturità stanno dando equilibrio a questa squadra di giovani dove anche il primo palleggiatore, Ilaria Battistoni, ha solo 21 anni, e anche se in altezza paga molto a muro, si fa perdonare con due mani davvero raffinate.

Chiude il roster delle titolari il libero Gibertini, che forte delle sue 17 stagioni da professionista ha il compito di dare sicurezza alla ricezione e solidità alla difesa, preoccupandosi di coprire molto la compagna austriaca!

Di contro Mondovi,  squadra a inizio anno già accreditata insieme a Cuneo e Chieri fra le favorite, ha trovato nelle due straniere Bici Erblira e Jessica Rivero le due bocche da fuoco che a suon di cannonate stanno letteralmente sgretolando le velleità di vittoria delle avversarie. Pensate che solo loro due hanno messo a segno ben 796 punti in regular season! Ma la bravura della squadra è stata anche non disunirsi quando una serie di infortuni ai centrali ha portato la squadra a perdere punti importanti nel girone d’andata.

Chiamata a dare equilibrio e continuità, alla corte di Davide Delmati c’è Federica Biganzoli, atleta molto duttile che dopo anni passati a ben figurare nelle serie B lombarde e piemontesi ha dimostrato di valere la serie A2 e di esserne una importante protagonista, dando nuovo slancio ad una carriera ormai più che decennale!!

Reparto centrali  composto da Tonello, ottimo punto di riferimento in attacco per la palleggiatrice De Michelis e Rebora, la cui assenza ha pesato molto nella prima parte di campionato, ma che ora sta “facendosi perdonare” a suon di muri e attacchi. Il tutto ottimamente orchestrato da una De Michelis matura e tornata vicino casa dopo un lungo peregrinare nel tentativo di ritrovare quella serie A1 solo assaporata nella breve esperienza di Giaveno.

Insomma si prospetta una gran bella pallavolo in questa finale di Coppa Italia di A2 che sarà solo il preludio allo sprint per la promozione nella massima serie!!

 

Spalding_Leaderboard