Olbia: verso il Club Italia, parla Bartolini

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Ufficio Stampa Olbia

Di Redazione

Qualche ora per recuperare le energie e poi si riparte: dopo la sconfitta casalinga al tie break contro la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che ha comunque permesso di muovere la classifica per il secondo turno consecutivo e di mantenere le distanze sulle dirette concorrenti per la salvezza, la squadra di Giangrossi fa le valigie e vola a Milano, dove è attesa dal match contro il Club Italia.

Nella sfida contro le talentuose azzurrine, la Golem proverà a dar seguito al suo buon momento di forma, come conferma la centrale Benedetta Bartolini: “Credo che sia il momento giusto per cercare di ottenere qualche soddisfazione – afferma la classe 1999 – dobbiamo lavorare unite e con tanto tanto impegno, perché una squadra come la nostra non può permettersi di mollare nemmeno per un attimo”. Bartolini analizza quindi le ultime prestazioni della squadra e si focalizza sui miglioramenti da mettere in atto: “Abbiamo ancora troppi alti e bassi – aggiunge – molto spesso partiamo benissimo per poi calare: dobbiamo cercare di mantenere alto il nostro livello partendo anche dagli allenamenti. Quando siamo nei momenti migliori riusciamo a compiere delle azioni che non hanno nulla da invidiare alle prime in classifica, e ora dobbiamo imparare a essere costanti”.

Nell’ultimo turno il Club Italia ha battuto al quinto set la Sigel Marsala, diretta concorrente della Golem nelle zone calde della graduatoria. La squadra allenata da Massimo Bellano può contare sul talento cristallino di elementi come Pietrini ed Enweonwu, ma tende ad avere un rendimento altalenante anche all’interno della stessa gara: “Ci dobbiamo preparare bene mentalmente – aggiunge Bartolini – come tante di noi, le ragazze del Club Italia sono giovani, perciò dobbiamo giocare sui loro possibili cali di attenzione. Siamo due squadre piuttosto imprevedibili, dobbiamo dare il massimo e stare sempre in partita. Il giorno in meno di riposo rispetto a loro? Non credo che andrà a influire in maniera significativa sul risultato”.

I costanti impegni nel mondo del volley non stanno impedendo a Benedetta di portare brillantemente avanti la maturità scientifica: “Ormai è il quinto anno che cerco di conciliare sport e scuola – dice ancora – bisogna studiare tanto, specialmente la notte, ma ormai sono abituata. Qui sto benissimo e mi trovo alla grande sia con i professori che con i compagni di classe”.

E anche in campo Bartolini si sta facendo valere, con prestazioni in costante crescendo: “Sono abbastanza soddisfatta, nonostante le sconfitte sono riuscita a migliorarmi sotto vari punti di vista. Ovviamente c’è un pizzico di rammarico per la classifica, ma non ci scoraggiamo e andiamo avanti”. E nei passi avanti mostrati da Bartolini sembra esserci anche lo zampino di una collega d’eccezione nel reparto centrali, ovvero Jenny Barazza: “Avere accanto una giocatrice fantastica come lei è un onore – conclude – è sempre molto disponibile con tutte le giovani e ci aiuta con dei consigli molto preziosi”.

Fischio d’inizio sabato 20 gennaio alle 16 al Centro Federale Donato Pavesi di Milano. La gara verrà arbitrata dai signori Fabio Scarfò e Maurizio Nicolazzo.

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD