Niente da fare per l’Indomita Salerno che perde contro il Pompei Volley

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC

Di Redazione

Si apre con una sconfitta il 2018 dell’Indomita maschile. Alla Senatore capitan Morriello e compagni cedono 3-1 contro il Pompei Volley al termine di una partita dai due volti, caratterizzata da una partenza super con un primo set vicino alla perfezione e poi da un netto calo che ha consentito agli ospiti di conquistare i tre punti e di scavalcare in classifica proprio l’Indomita. Senza Pagano e Polisciano, in campo con Morriello in regia, ci sono Manzo opposto, Citro e Rainone centrali, Capriolo libero e Sabatino con Senatore di banda. Proprio da posto quattro l’Indomita trova il varco per partire alla grande, subito 7-1.

Il Pompei accusa il colpo e i biancoblu giocano in scioltezza trovando diverse soluzioni per fare male agli avversari. Un muro di Senatore vale il 19-7, poi il Pompei prova a tornare nel set e recupera fino al -6, 21-15, prima che salga in cattedra Michele Citro che con tre punti consecutivi chiude il set 25-17. Nel secondo set, invece, si registra maggior equilibrio; le squadre giocano punto a punto. Con Senatore l’Indomita prova l’allungo e va 12-9. Il Pompei resta lì attaccato. L’Indomita non scappa via e l’allungo finale premia gli ospiti 23-25.

Il terzo set si apre con un punto di Senatore poi i ragazzi dei coach Vitale e Capriolo grazie all’apporto dei due centrali, Citro e Rainone, riesce a portarsi avanti di 3, 11-8. Il Pompei ne infila cinque di fila, l’Indomita reagisce con Manzo, 13-14, ma gli ospiti allungano nuovamente e vanno a chiudere 17-25. Nel quarto set l’Indomita prova a reagire, ma forza e brillantezza non sembrano esserci. Il Pompei, sulle ali dell’entusiasmo, parte subito forte, 5-10. Entrano in campo i giovani Barbato e Brancaleone e proprio quest’ultimo con tre punti sembra poter dare la scossa, riportando l’Indomita a -3, 11-14. I padroni di casa, però non riescono a ridurre il gap che varia da 3 a 6 punti, nonostante la carica di capitan Morriello e così il Pompei chiude 20-25.

“Ci tenevamo a partire con il piede giusto” – ha dichiarato coach Vitale al termine della partita – “ed effettivamente nel primo set siamo partiti davvero bene, poi la partita è girata male. Siamo venuti meno fisicamente, non siamo stati a bravi a gestire le nostre forze. Non mi aspettavo un calo così netto. Ora abbiamo due trasferte insidiose contro Colli Aminei e Pianura; c’è solo da lavorare, mettere benzina nelle gambe perché a livello di gioco ci siamo, come dimostrato nel primo set in cui si è vista la vera Indomita, quella che tutti vorremo vedere sempre in campo”.

Soddisfatto per i suoi tre punti, meno per il risultato, il giovane under 18 dell’Indomita Riccardo Brancaleone: “È una sconfitta dovuta soprattutto alla condizione fisica, noi abbiamo dato il massimo su ogni pallone ma abbiamo trovato una squadra messa meglio fisicamente. Nel primo set siamo partiti al 100%, poi purtroppo, nonostante l’impegno, ci sono mancate le forze a differenza dei nostri avversari che hanno gestito meglio le proprie energie. I miei punti? Quando sono stato chiamato in causa ho fatto il possibile per aiutare la squadra, purtroppo non è andata come speravamo. Io sono sempre pronto a dare il mio contributo. Ora ci aspettano due trasferte importanti, dobbiamo reagire subito, a partire dal match di domenica prossima in casa del Colli Aminei”.

Da ricordare, infine, che la differita del match Indomita-Pompei, con la telecronaca di Fabio Setta e il commento tecnico di Enzo Nicolao sarà trasmessa su Lirasport e inoltre sarà disponibile sul canale youtube di LiraTv.

(Fonte: comunicato stampa)

 

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC