SuperLega in campo a Santo Stefano per l’ultima del girone d’andata: la guida a Diatec Trentino-Gi Group Monza

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019
Ufficio Stampa Trento

Di Redazione

Come da tradizione, la SuperLega non si ferma durante le festività natalizie e nel giorno di Santo Stefano propone l’ultimo turno del girone d’andata di regular season 2017/18, il tredicesimo assoluto. La Diatec Trentino potrà disputare davanti al proprio pubblico l’impegno previsto per lunedì 26 dicembre, ricevendo la visita della Gi Group Monza. Fischio d’inizio fissato per le ore 18.15; diretta RAI Sport + HD e Radio Dolomiti.

QUI DIATEC TRENTINO 
Dopo oltre tre settimane di assenza, caratterizzate da quattro lunghe trasferte (nell’ordine, Maaseik, Vibo Valentia, Frosinone e Kedzierzyn-Kozle) i gialloblù torneranno a disputare, proprio nell’appuntamento post natalizio di campionato, un match di fronte al proprio pubblico, con la volontà di riconquistare subito il successo per chiudere nel miglior modo possibile la fase ascendente di regular season. Con 19 punti e l’ottava posizione in classifica (ad una sola lunghezza di distanza dalla quinta), la posta in palio ha un peso specifico notevole, anche perché il programma della giornata prevede lo scontro diretto Piacenza-Verona ed impegni non agevoli per chi precede la Diatec Trentino (Padova giocherà a Modena, Ravenna andrà a Perugia).
E’ un match molto importante, ci offrirà un’ulteriore opportunità per raddrizzare la nostra graduatoria – afferma l’allenatore Angelo Lorenzetti – ; sarà necessario avere il giusto approccio alla gara, per vincere il primo set. Insisto spesso su questo concetto ma lo faccio perché in campionato al PalaTrento non ci è mai riuscito di farlo. Dovremo quindi essere bravi e carichi sin dalle prime battute ed essere in grado di lottare anche qualora la frazione si protraesse sino ai vantaggi. Lo sottolineo perché sicuramente Monza non ci renderà la vita facile; i nostri avversari hanno sin qui svolto un percorso simile al nostro, trovando difficoltà all’inizio anche a causa delle tante modifiche apportate al sestetto titolare. Successivamente hanno però iniziato a trovare un ritmo di marcia più sostenuto; nell’ultimo periodo la Gi Group è cresciuta molto anche grazie all’innesto di Plotnytskyi, che ha garantito maggior vivacità alla fase di cambiopalla”.
La Diatec Trentino completerà la propria preparazione al match nei prossimi due giorni, sostenendo una sessione mista (pesi e palla) nella mattinata di sabato 24 dicembre e una seduta con palla nella serata di Natale; allenamenti che serviranno al tecnico marchigiano per decidere quale tipo di starting six proporre in campo. Tutti a disposizione i tredici giocatori della rosa.

E’ LA NONA PARTITA DELLA STORIA GIALLOBLU’ NEL GIORNO DI SANTO STEFANO
 Giocare il giorno immediatamente successivo al Natale è diventata negli anni una piacevole abitudine per Trentino Volley, che in diciassette precedenti stagioni di attività è già scesa in campo a Santo Stefano ben otto volte; il bilancio dei match giocati in tale data vede i gialloblù a segno in sei circostanze: 3-1 su Verona nel 2005, 3-0 su Treviso nel 2010, 3-1 a Belluno nel 2011, 3-1 con Perugia nel 2012, 3-0 a Monza nel 2014 e 3-1 con Padova nel 2016. In trasferta le uniche due sconfitte: 1-3 a Modena nel 2006 e a Treviso nel 2007. Il PalaTrento in questa particolare occasione è forte dell’inviolabilità conservata nelle quattro precedenti occasioni che hanno sempre offerto una splendida cornice di pubblico: oltre 4.000 presenze con Verona (2005) e Treviso (2010), 3.700 contro Perugia (2012), 3.991 con Padova (2016).
In tale circostanza Trentino Volley disputerà il 733° match ufficiale di sempre e andrà alla ricerca della 307^ vittoria in regular season, la 509^ della propria storia,

GLI AVVERSARI

La Gi Group Monza fa capolino per la seconda volta in questa stagione al PalaTrento con l’obiettivo di interrompere la tradizione negativa rispetto a Trentino Volley (sempre vincente in dieci precedenti), per chiudere bene un girone d’andata di SuperLega sin qui avaro di soddisfazioni. Il successo casalingo ottenuto domenica scorsa con Ravenna, preceduto da quello conquistato due settimane prima con Latina, ha però dimostrato come nell’ultimo periodo la squadra di Falasca abbia trovato maggiore continuità di gioco e fiducia nei propri mezzi. Ad innalzare il tasso in entrambi i fattori ha sicuramente contribuito l’innesto in posto 4 del giovane ucraino Plotnytskyi, assoluto protagonista del successo sulla Bunge (22 punti, con 4 muri ed il 67% a rete), che ha offerto un’alternativa in più su palla alta, in una stagione in cui il tecnico spagnolo ha spesso ruotato i suoi effettivi (Finger e Hirsch nel ruolo di opposto; Langlois, Botto e Dzavoronok in banda). I 12 punti attualmente conseguiti in classifica sono stati tutti ottenuti fra le mura amiche, visto che Monza nel girone d’andata è uscita sconfitta al massimo in quattro set nelle precedenti sei trasferte (Busto Arsizio, Modena, Perugia, Padova, Verona e Piacenza)

I PRECEDENTI
Il confronto fra Trentino Volley e Vero Volley Monza in quattro anni e mezzo di precedenti ha sino ad ora parlato sempre e solo in favore dei colori gialloblù: tutti i dieci match ufficiali già disputati da quando la Società brianzola è salita in massima serie hanno costantemente regalato il successo alla compagine trentina, che fra le mura amiche del PalaTrento ha concesso agli avversari appena tre set in cinque match (un parziale il 20 dicembre 2015 e gli altri due il 27 novembre 2016). La sfida più recente è già relativa alla stagione in corso; il 18 novembre la Diatec Trentino si impose per 3-0 fra le mura amiche, con parziali di 25-23, 25-20, 25-18 e Kovacevic mvp (14 punti personali) nella gara unica dei quarti di finale di Coppa Italia. Trento-Monza il giorno di Santo Stefano non è una novità assoluta: le due formazioni si affrontarono in tale data già nel 2014 in Brianza, con successo in tre set degli ospiti.

Spalding_Leaderboard