Volley B1 femminile girone A, per l’Abo Offanengo è un dolce Natale: 3-1 al Lurano e quarto posto

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC
Ufficio Stampa Abo

Di Redazione

Uno, due, tre…e quattro. L’Abo Offanengo si regala un bel Natale chiudendo al meglio il 2017 ufficiale grazie al 3-1 del PalaCoim al cospetto della Pneumax Lurano.
Per le neroverdi cremasche, oltre alla “vendetta” sportiva di due stagioni fa (le bergamasche eliminarono Offanengo dai play off di B2), la gioia per l’ottava vittoria stagionale in dieci partite, con il bottino pieno che ha permesso alla squadra di Giorgio Nibbio di compiere anche un balzo in classifica, approdando al quarto posto a quota 22 punti, a -1 dal tandem inseguitore Settimo Torinese-Palau, mentre la capolista è Pinerolo con 25 punti.
Contro Lurano è stata una partita dai due volti: estremamente combattuta nella prima metà, a senso unico dal terzo set in avanti, con l’Abo padrona del campo. In precedenza, invece, nel primo parziale Offanengo ha rimontato da 15-20 (e 20-23) per il 26-24, mentre dopo il cambio di campo non ha concretizzato un buon margine (10-4), cedendo con il punteggio speculare dopo aver annullato due palle set a Lurano.
Bella sfida a muro tra le due formazioni, con battuta (10 ace a 3) e attacco a scavare il solco a favore dell’Abo, trascinata da capitan Porzio (devastante in battuta nel terzo set) con 22 punti. Prezioso l’ingresso di Rancati (13) al posto di Hodzic, mentre l’altra schiacciatrice Dalla Rosa ha chiuso il match con 16 palloni messi a terra. Tanta sostanza anche per l’ex di turno Chiara Borghi, autrice di 13 punti e premiata con l’omaggio della Treccia d’oro di Crema come miglior giocatrice dell’incontro dal presidente del Volley Offanengo 2011 Pasquale Zaniboni.
In avvio di match, un’altra premiazione, con un omaggio (offerto dall’enoteca “Fuori porta” di Crema) consegnato dal vicepresidente Roberto Carioni a Miriam Zucchetti (ANFFAS Onlus Crema).
LE DICHIARAZIONI DI COACH NIBBIO: “Nel primo set – commenta a fine partita coach Giorgio Nibbio – abbiamo pagato un po’ la settimana lavorativa, che ci ha visto in leggera flessione negli ultimi giorni, ma ci può stare in questo periodo. Abbiamo fatto un bel recupero, vincendo il parziale, mentre è successo al contrario nel secondo. Successivamente, nella seconda parte del match abbiamo giocato molto bene, con la fase break tra battuta, muro-difesa e contrattacco positiva. Quando molliamo un po’ li, l’avversario si rifà sotto, mentre con continuità riusciamo a scavare il solco. Il bilancio? Lo lascio alla società. Io parlo dal punto di vista tecnico, vivendo la palestra tutti i giorni: devo fare i complimenti alle ragazze perché lavorano molto e vogliono migliorare, anche durante la gara. Questo è un valore aggiunto oltre allo staff. La classifica ci sorride e con questi tre punti possiamo lavorare in tranquillità per preparare la ripresa di campionato”.
Risultati decima giornata d’andata B1 femminile girone A:
Lilliput Settimo Torinese-Tecnoteam Albese 3-0
Alfieri Cagliari-Capo d’Orso Palau 0-3
Volley 2001 Garlasco-Cosmel Gorla 3-1
Abo Offanengo-Pneumax Lurano 3-1
Brembo Volley Team-Parella Torino 3-2
Don Colleoni-Florens Re Marcello Vigevano 3-1
Arredo Frigo Makhymo Acqui-Eurospin Ford Sara Pinerolo 1-3
Classifica: Eurospin Ford Sara Pinerolo 25, Lilliput Settimo Torinese, Capo d’Orso Palau 23, Abo Offanengo 22, Don Colleoni 21, Florens Re Marcello 20, Tecnoteam Albese 19, Pneumax Lurano 15, Volley 2001 Garlasco 13, Arredo Frigo Makhymo Acqui 10, Parella Torino 9, Brembo Volley Team 7, Cosmel Gorla 3, Alfieri Cagliari 0.
LA PARTITA – L’Abo scende in campo con Milani in regia, Hodzic opposta, Porzio e Dalla Rosa in banda, Donarelli e l’ex Borghi centrali e Portalupi libero. Lurano risponde con la diagonale Ferri-Selmi, con Cester e Cornelli in posto quattro, mentre Colombi e Monforte sono i centrali, con Seghizzi libero.
Lurano punge subito in battuta (0-2 con ace di Cornelli), Offanengo rende pan per focaccia dalla linea dei nove metri con Porzio (punto diretto del 3-2).  La Pneumax conferma le proprie qualità a muro, mettendo la freccia con i block di Cester su Hodzic e Colombi su Dalla Rosa, poi l’attacco in rete di Donarelli convince coach Nibbio a fermare il gioco (3-6), ma le neroverdi di casa faticano a ingranare, non trovando ritmo nel cambiopalla. Rancati avvicenda Hodzic sul 4-10, Porzio prova a suonare la carica (8-12), ben assistita da Rancati e Borghi per il -2 (10-12 e time out Pneumax). Lurano respira con l’ace di Cornelli su Portalupi (12-16), poi un attacco di Selmi viene dato toccato tra le proteste di casa: 15-20 e secondo time out Abo. Offanengo ci riprova con Porzio (17-20 e time out ospite), ma paga gli errori in battuta (18-22). Ancora il capitano graffia, questa volta a muro (20-22), e ancora il block tiene viva l’Abo (22-23 con Dalla Rosa). Porzio batte bene, Rancati va giù in contrattacco per la parità (23-23),poi  la squadra di Nibbio annulla un set ball e con la battuta di Ginelli completa la rimonta, approfittando di due falli in palleggio bergamaschi.
Nel secondo set, l’Abo riparte con Rancati in campo, ma soprattutto riparte meglio, con l’ace di Milani e il muro di Donarelli per il 3-1 locale.
Un altro block, questa volta di Borghi, vale il 6-2, con Offanengo che sembra lasciare andare il braccio, mentre Lurano appare in difficoltà (10-4 e time out Mazzatinti). Due attacchi out consecutivi delle cremasche riaccendono le speranze-Pneumax (11-7), subito respinte al mittente dal muro di Donarelli (13-7 e altro time out ospite). Cester cerca di rianimare le bergamasche (13-10 e sosta chiesta da coach Nibbio), con Lurano che arriva minacciosamente al -1 (14-13), trovando poi la parità a quota sedici. L’attacco out di Dalla Rosa regala il sorpasso ospite (17-18 e time out Nibbio), poi l’ace di Ferri e il muro di Colombi valgono il break (19-22). Il block di Rancati è l’orgoglio-Abo (21-22), con l’aggancio che arriva in extremis sull’ingresso in battuta di Ginelli (24-24), ma due errori nel finale non appongono la proverbiale ciliegina: 24-26 e un set pari.
La doccia fredda non scalfisce l’Abo, che riparte di slancio sul turno in battuta di Donarelli (5-1 e time out Mazzatinti). Questa volta Offanengo sembra non rallentare la propria corsa (11-6), agevolata dall’ace in salto di Porzio e dal muro di Dalla Rosa (14-7 e time out Lurano). La sosta non ferma le cremasche, con la stessa Porzio scatenata in battuta che firma la sequenza vincente  fino al 19-7, preludio al 25-10 griffato dall’ace di Dalla Rosa: 2-1.
Anche in avvio di quarto set la squadra di Nibbio l’Abo è devastante, con l’ex Chiara Borghi sugli scudi (5-1 e time out ospite). Sul 10-5, Mazzatinti si rigioca la carta Selmi (finita precedentemente in panchina insieme a Cornelli a favore rispettivamente di Rossi e Azzerboni), la Pneumax ha un sussulto (11-18), ma l’ace di Rancati rilancia Offanengo (13-8). Cester ci riprova a muro (13-10, time out Nibbio), Lurano arriva al – 2, anche se è ancora la battuta a premiare l’Abo (15-11, ace di Dalla Rosa). Il set non è scontato (17-13), ma Offanengo non si fa sfuggire il bottino pieno: 25-17 con ace di Rancati e 3-1 finale.
ABO OFFANENGO-PNEUMAX LURANO 3-1
(26-24, 24-26, 25-10, 25-17)
ABO OFFANENGO: Milani 2, Porzio 22, Donarelli 8, Hodzic 2, Dalla Rosa 16, Borghi 13, Portalupi (L), Rancati 13, Angelini, Ginelli, Rettani. N.e.: Marchesetti (L), Riccardi. All.: Nibbio
PNEUMAX LURANO: Cornelli 4, Monforte 5, Ferri 2, Cester 12, Colombi 5, Selmi 4, Seghizzi (L), Azzerboni 10, Rossi 8, Fusari, Ardo (L), Frigeni. All.: Mazzatinti
ARBITRI: Stefano Marchi e Giada Alessandra Fiori

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard