MyCicero strapazzata dalle pantere: Conegliano sempre più sola

LEAD_BASE_ALD
Ufficio Stampa Conegliano

Di Redazione

Non era certo in questo taraflex che la myCicero doveva cercare punti salvezza. E infatti, tolto il primo set, le ragazze dell’ex Santarelli hanno condotto il gioco, vincendo da tre punti, sfruttando il fondamentale della battuta (saranno 10 gli ace al termine dell’incontro) e laureandosi campioni d’inverno anche se le pesaresi non hanno sfigurato.

Il primo set è in equilibrio fino al 7 pari quando una pipe di Nizetich e un muro di Bokan regalano il +2 alle ospiti (9-7). Ma il match torna sui binari della parità sull’11 pari con un pallonetto di Hill e un attacco di Fabris. Van Hecke e ancora Nizetich, questa volta a muro, costringono Santarelli a giocarsi il primo time out quando il tabellone segna 14-12 per le rossoblù. Pesaro raggiunge il massimo vantaggio, +3, sul 18-15 a causa di un attacco out di una Bricio comunque in serata di grazia (chiuderà la contesa con 18 punti, compreso un muro, e il 45% in attacco). La “veloce” di Olivotto, che regala il 20-17 a Pesaro, fa presagire un finale di set con il sorriso per le ospiti che, però, non fanno i conti con il ritorno prepotente delle padrone di casa che, con un parziale complessivo di 8-3, prima impattano sul 20 pari, con un ace di Fabris, per poi chiudere con un muro di Bricio e una pipe di Hill.

La myCicero subisce il contraccolpo e anche se nella seconda frazione va subito in vantaggio per 3-1 il suo set finisce praticamente qui: le battute di Conegliano diventano imprendibili per la ricezione pesarese e in un amen siamo 11-7 per le “pantere”. Un pallonetto di Fabris fa raggiungere il massimo vantaggio all’Imoco (+6, 14-8) costringendo Bertini a chiamare il secondo time out (il primo se lo era giocato sul 4-7). Alla myCicero non basta una Ghilardi in formato super (ma dov’è la novità?) e una Arciprete che ha un buon impatto sul match (appena entrata firma 2 punti di fila). Fabris segna il punto numero 24 e non bastano, per riaprire il set, i 3 punti consecutivi di Pesaro griffati Nizetich, Van Hecke (con un ace) e Aelbrecht: un muro di Nicoletti porta l’Imoco sul 2-0.

Nella terza frazione le rossoblù hanno la grossa colpa di commettere troppi errori (11) perdendo un po’ di lucidità. Nonostante tutto, la myCicero cerca di rimanere in partita: l’11-8 per le padrone di casa segnato da Hill (e confermato dal Video Check) fa pensare che i titoli di coda siano prossimi ma con un parziale di 3-0 le pesaresi impattano sull’11 pari. Van Hecke si scatena: pipe e ace, assistita da Nizetich, e siamo 14-12 per le ospiti. Ma tre errori di fila delle rossoblù ridanno ossigeno all’Imoco (15-14). Il punto di Aelbrecht, per il 15 pari, è l’ultimo che permette alla myCicero di guardare negli occhi le ragazze di Santarelli. Da qui in poi, le “pantere” allungano: la battuta out di Hill (20-19) è il punto della staffa delle pesaresi dopodichè, con un parziale di 5-0 (di cui tre errori delle rossoblù), l’Imoco chiude set e partita. E ora si tornerà in campo mercoledì 20 dicembre per la Coppa Italia: l’avversario si conoscerà domani.

LEAD_BASE_ALD