Fenoglio esordio positivo, Saugella Team Monza sfiora la rimonta perfetta

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019

Di Redazione

Non basta una rimonta emozionante e tanto carattere al Saugella Team Monza per fermare una generosa Liu Jo Nordmeccanica Modena, vice campione d’Italia in carica. Sono le emiliane di Fenoglio dunque, dopo due ore e trenta di gioco, a vincere la sfida con le monzesi, davanti al pubblico della Candy Arena di Monza, valida per la decima giornata di andata della Samsung Galaxy Volley Cup Serie A1 femminile 2017-2018. Nonostante la voglia di piazzare il tris dopo le due vittorie nelle ultime due uscite, Ortolani e compagne partono sottotono. Modena che deve rinunciare a Ferretti (problema alla schiena per lei a poche ore dall’inizio della gara), non risponde in modo particolarmente brillante, ma è la squadra che sbaglia meno nei primi due giochi e che soprattutto riesce a sfruttare meglio i passi falsi dell’avversario con una convincente Heyrman (11 punti e 3 muri). Sotto 2-0 nel conteggio dei parziali sembra che la sfida sia finita, ed invece esce fuori tutto il carattere del Saugella Team Monza. Havelkova firma giocate importanti (17 punti, 2 ace e 1 muro), Ortolani e Begic le fanno eco (12 e 18 punti, 1 ace a testa), Hancock scalda la mano al servizio ( 11 punti, 6 ace per lei) e Dixon è mostruosa in attacco (13 punti, 4 muri per lei). Monza inizia a difendere anche con continuità e vince sia il terzo che quarto gioco. Nel tie-break è la formazione emiliana a partire meglio e a fare sua la gara ed i due punti, grazie anche all’impatto deciso di Barun-Susnjar (MVP della gara con 21 punti, 1 ace e 1 muro). Per la squadra di Pedullà qualche rimpianto per non essere riuscite a chiudere il tie-break a proprio favore, ma anche la certezza di avere la stoffa ed il cuore della grande squadra.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
TeTori Dixon (centrale Saugella Team Monza): 
“Perdere in generale non fa mai piacere, nonostante la reazione che abbiamo avuto stasera. Questo è certamente un punto guadagnato ma forse potevamo fare di più. Abbiamo tutti i mezzi per poter fare bene e per giocarcela con tutte le squadre. Siamo partite meno aggressive del solito e loro ne hanno approfittato. Poi siamo tornate forte, ma il loro convincente avvio nel tie-break ci ha un po’ colto di sorpresa. Dovremo imparare a gestire meglio i frangenti chiave delle gare per i prossimi impegni. Siamo un gruppo di valore e possiamo fare molto”.
Katarina Barun-Susnjar (schiacciatrice Liu Jo Nordmeccanica Modena): “Sono due punti preziosissimi, strappati con una squadra in salute che la scorsa settimana, proprio qui, aveva battuto Novara. Abbiamo giocato col cuore: uscire vincenti da questa sfida è stato molto importante. Il gruppo ha reagito bene al cambio dell’allenatore: abbiamo lavorato diversamente rispetto a prima, ma credo sia stato merito dell’unione e della solidità di questo gruppo. Per il futuro? Dobbiamo partire meglio e con più aggressività nell’inizio di gara, solo così potremo perdere pochi punti per strada”.

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 26; Igor Gorgonzola Novara 24; Unet E-Work Busto Arsizio 23; Savino Del Bene Scandicci 22; Liu Jo Nordmeccanica Modena 15; MyCicero Volley Pesaro 15; Saugella Team Monza 13; Sab Volley Legnano 11; Il Bisonte Firenze 11; Pomi’ Casalmaggiore 10; Foppapedretti Bergamo 6; Lardini Filottrano 4.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Partita che si apre con la Saugella avanti grazie alle giocate di Hancock (attacco ed ace), Loda e Candi e la Liu Jo Nordmeccanica che insegue con Bosetti: 6-4. Un filotto di quattro punti modenese però (Montano, Heyrman e due ace di Garzaro) lancia la squadra di Fenoglio sul 9-7 e Pedullà chiama time-out. Al ritorno in campo ancora a segno le ospiti (errore di Loda), poi Ortolani spezza il digiuno monzese (10-8). Heyrman trascina le emiliane all’allungo con tre giocate, Monza non riesce a replicare con continuità e la Liu Jo Nordmeccanica vola sul 15-9. Ortolani tiene in corsa le sue ma Heyrman è immarcabile con la fast (16-10 Modena). Tre errori di fila delle modenesi consentono il rientro del Saugella Team (16-13), poi qualche errore al servizio da entrambe le parti accompagnano il gioco sul 20-17. Nel momento più importante del set è Modena a sembrare più brillante, e così la squadra ospite si porta sul 22-17 grazie anche a qualche disattenzione delle monzesi, soprattutto al servizio (due errori di fila). Havelkova, Candi e Begic (muro su Bosetti) provano, con le loro giocate, a cambiare volto al set (24-21) ma Bosetti chiude il gioco con un mani fuori, 25-21, per la Liu Jo Nordmeccanica. 

SECONDO SET
Parziale che si apre a parti invertite rispetto al primo: Modena vola sul 3-0 grazie alle giocate di Barun-Susnjar (ace) e Montano. Havelkova e Dixon spingono il Saugella Team al recupero (4-2) ma è ancora la squadra emiliana a sembrare più efficace, 6-2 e Pedullà chiama time-out. Si prosegue con Barun-Susnjar a segno (8-3), ma monzesi che non ci stanno: l’errore di Bosetti, il punto di Havelkova ed il primo tempo di Dixon valgono il meno due Saugella, 9-7. Modena beneficia di due errori di fila di Monza per riallungare, 13-9, con la Saugella che non riesce a mantenere costante il livello di intensità in attacco, nonostante le giocate di Orthmann e Begic (15-12). Sono ancora Havelkova e Dixon a tenere nuovamente in corsa le loro con una giocata a testa (18-15), ma la formazione di Fenoglio appare più lesta ad approfittare di una difesa poco continua della squadra di Pedullà (19-16). Ortolani firma l’ace (20-18), ma Barun-Susnjar non sbaglia (22-18) costringendo Pedullà al time-out. Alla ripresa del gioco un’invasione modenese e l’attacco vincente di Ortolani consente alla Saugella di accorciare (23-21) e Fenoglio chiama time-out. Barun-Susnjar firma il set-point Modena (24-21), poi Hancock non sbaglia di seconda intenzione e Bosetti fa il contrario, regalando il meno uno alla Saugella (24-23) e Fenoglio chiama time-out per spezzare l’entusiasmo monzese. Con un errore modenese la Saugella acciuffa il pari (24-24), si prosegue punto a punto fino al 29-29 con Monza brava ad annullare quattro palle set ma non ad aggiudicarsi il gioco. Modena, infatti, la spunta 31-29.

TERZO SET

Equilibrio nelle prime battute (3-3), poi Bosetti spara a rete e Monza va a avanti 4-3. Ancora punto a punto fino al 5-5, momento in cui sale in cattedra Begic, che guida le sue, insieme ad Hancock, sul 9-5 e Fenoglio chiama time-out. Ancora Begic protagonista in attacco della Saugella (10-7), poi è Havelkova a firmare punti importanti per le sue che volano sul 13-9. Con due giocate di Barun-Susnjar e approfittando dell’errore di Dixon Modena si rifà sotto (13-12) e Pedullà chiama time-out. Il Saugella Team si riporta avanti grazie all’errore di Montano al servizio e a due ace di Havelkova, 18-13 ma le emiliane non sembrano mollare (18-15). Con un errore al servizio per parte si arriva sul 19-17 Saugella Team, ma questa volta la squadra di Pedullà non cala d’intensità e scappa nuovamente avanti con Candi (muro su Bosetti), 20-17. Dixon martella bene dal centro (23-20), Hancock e Ortolani fanno lo stesso ed il Saugella Team fa suo il terzo gioco 25-20 (filotto di tre punti), accorciando le distanze nel conteggio dei parziali.

QUARTO SET
Tre ace di Hancock ed il muro di Dixon su Barun-Susnjar aprono il quarto gioco: 4-0 Saugella Team. Modena prova a risalire la china con Barun-Susnjar, ma la sua attaccante migliore prima va a segno e poi spara out, con Dixon e Begic che invece fanno il contrario regalando il 7-3 alla Saugella e costringendo Fenoglio al time-out. Con pazienza Modena si riaffaccia nel gioco (8-7), ma Ortolani prima e l’errore di Garzaro poi, riallontanano il Saugella Team, 10-7. Le monzesi incrementano con Havelkova e Hancock (ace), difendendo tantissimo su ogni palla soprattutto con Begic (14-9), ma la Liu Jo Nordmeccanica non molla e torna sotto con la solita Barun-Susnjar (15-11). Con un mini-break le emiliane si riavvicinano (16-14) e Pedullà chiama time-out. Al ritorno in campo le monzesi spingono sull’acceleratore con Begic e Ortolani, Vesovic attacca out per Modena e la Saugella si porta sul 22-17. L’attacco vincente di Orthmann, appena entrata, e la palla out di Barun-Susnjar consentono alle monzesi di fare loro il gioco, 25-20.

TIE-BREAK
Le ospiti piazzano un filotto di tre punti (3-1) e Pedullà chiama time-out. Al ritorno in campo Begic firma il meno due, 4-2, ma Modena vola sul 6-2 grazie alla giocata di Montano. Ortolani e la palla out di Montano valgono il nuovo meno due Saugella Team, che poi si porta sul meno uno grazie al muro di Havelkova su Barun-Susnjar (7-6). Si cambia campo con le ospiti avanti 8-6 grazie all’errore al servizio di Begic: quando la schiacciatrice monzese sbaglia il pallonetto, agevolando così la discesa emiliana, 10-6, Pedullà chiama time-out. Ortolani prova a dare una scossa alle sue (10-7), Heyrman non sbaglia dal centro (11-7) ma Montano spara out il servizio, 11-8 Modena. Due giocate di Orthmann (attacco ed ace) portano la Saugella al meno due, 12-10, ma poi la Liu Jo Nordmeccanica ingrana con Barun-Susnjar e chiude gioco, 15-11 e gara 3-2.

Saugella Team Monza – Liu Jo Nordmeccanica Modena 2-3 (21-25, 29-31, 25-20, 25-20, 11-15)
Saugella Team Monza: Candi 5, Hancock 11, Loda 2, Dixon 13, Ortolani 12, Begic 18, Arcangeli (L), Havelkova 17, Orthmann 5, Devetag, Balboni. N.E. Rastelli, Bonvicini. All. Pedulla’.
Liu Jo Nordmeccanica Modena: Barun-Susnjar 21, Montano 16, Heyrman 11, Pincerato 5, Bosetti 15, Calloni, Leonardi (L), Garzaro 11, Pistolesi 1, Vesovic 1. N.E. Ferretti, Bisconti, Tomic. All. Fenoglio.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019