Modena, Gaspari: “Vogliamo regalare un risultato importante al PalaPanini”

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione 

Vigilia di campionato per la Liu•Jo Nordmeccanica Modena, attesa domani dalla sfida casalinga con Firenze. Si torna a giocare tra le mura amiche dopo tanto tempo nella canonica giornata di domenica alle 17 e per la prima volta in stagione. Da qui parte l’analisi di coach Gaspari per presentare un appuntamento importante nello sprint finale di questo girone d’andata della stagione regolare: “Finalmente torniamo a giocare in casa nostra di domenica, sono passati più di dieci mesi dall’ultima partita, era con Scandicci lo scorso gennaio e ripartire dal PalaPanini domani dopo una vittoria importante come quella di Treviso con Conegliano è un motivo in più per cercare di conquistare un altro risultato importante anche tra le mura domestiche”.

Il Bisonte è formazione che presenta elementi di qualità e che ha raccolto risultati alterni in questo inizio di stagione. Servirà, comunque, grande attenzione per coach Gaspari: “Firenze è una squadra da temere molto per le sue individualità. Tirozzi e Sorokaite non sono giocatrici che scopriamo adesso, Santana è una giocatrice di spessore soprattutto in attacco, mentre Bechis sta lavorando bene al palleggio coi centrali, sia con Alberti che con la statunitense Tapp. Sono una squadra da tenere molto in considerazione però sono anche un avversario che dovremo cercare di mettere subito sotto pressione, soprattutto con il nostro attacco. Hanno battitori importanti, che cercheranno di spingere molto in salto come, appunto, Tirozzi e Sorokaite, ma dobbiamo sfruttare quelle che possono essere le loro difficoltà in muro-difesa piuttosto che nelle situazioni di attacco. E’ una partita importante perché Firenze nell’ultima uscita ha messo in difficoltà una squadra come Busto Arsizio che al momento ci sta sopra in classifica. Hanno avuto alti e bassi battendo Monza, ma perdendo ad esempio a Bergamo. Come detto possono metterci in difficoltà, ma sicuramente ci daranno spazi in cui noi dobbiamo inserirci”.

Il tecnico bianconero guarda poi a quello che è stato l’ultimo periodo per la sua squadra, fatto di vittorie, ma anche di situazioni in cui il gruppo deve ancora proseguire il proprio percorso di crescita: “Sappiamo che nelle tre vittorie consecutive che abbiamo fatto potevamo e dovevamo anche fare meglio, soprattutto per quanto riguarda la vittoria con Legnano perché abbiamo dimostrato che nel momento in cui mettiamo in campo ordine, disciplina e soprattutto cattiveria agonistica possiamo fare bene, ma se ci rilassiamo un attimo facciamo fatica. Questo dev’essere il nostro credo anche contro Firenze. E’ vero che abbiamo avuto una settimana di lavoro dove abbiamo gestito alcune problematiche individuali come capita a tutte le squadre in questo momento, ma dobbiamo ancora crescere. Con Conegliano abbiamo avuto la dimostrazione che se stiamo bene e mettiamo in campo tutte le risorse individuali possiamo dar fastidio a chiunque. E’ un campionato particolare perché se andiamo a guardare i risultati capitano spesso parziali con distacco di punti elevato fra le squadre, segno che è molto importante rimanere concentrati e attaccati alla partita dal primo all’ultimo punto. Sarà una partita molto complicata, ma sappiamo qual è il nostro target, il nostro obiettivo e cercheremo di portare a casa i tre punti”.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE