Golem, c’è l’ostacolo Ravenna

LEAD_Alfapaint_istit
Ufficio Stampa Ravenna

Di Redazione

La Golem Olbia vuole rialzarsi. Dopo i due passi falsi casalinghi contro Marsala e Brescia, le ragazze di Giangrossi vogliono riassaporare quel successo che manca dallo scorso 5 novembre, quando riuscirono a passare con grande autorità sul taraflex del PalaEvangelisti di Perugia.

L’avversario sul cammino delle galluresi è però piuttosto complicato: l’Olimpia Teodora Ravenna occupa infatti il settimo posto in classifica con 14 punti, ha nel mirino la qualificazione alla Coppa Italia, e prima del turno di riposo aveva sconfitto a domicilio Cuneo per tre set a zero con una prestazione convincente. La squadra di coach Simone Angelini vorrà trovare continuità di fronte al proprio pubblico, e per portare a casa dei punti dal PalaCosta ci vorrà senz’altro la miglior Hermaea.

A fare il punto della situazione, in casa Golem, è la schiacciatrice Nikolett Soos, che parte proprio dalle ultime due sconfitte contro Marsala e Brescia: “Non credo si sia spenta la luce dopo Perugia – dichiara l’ungherese – siamo un gruppo giovane e questo tipo di sconfitte fanno parte di un percorso di crescita che ci porterà a fare tanto assieme”. Il rendimento altalenante delle galluresi è dovuto, com’è noto, anche al fattore infortuni. Spinello stringe i denti nonostante un polso dolorante, mentre di recente si è fermata Provaroni: “Gli infortuni hanno inciso tanto – aggiunge – soprattutto sul nostro morale. Penso che anche questo ci aiuterá a crescere tanto visto che gli infortuni danno modo alle “seconde linee” di accumulare minuti e farsi trovare pronte quando saremo tutte pronte per giocare. Alla fine del campionato saremo tutti fortificati da questi infortuni. Comunque, è molto bello vedere Claudia al campo per sostenerci”.

L’Olimpia Teodora è avversario di livello, e Soos – così come le compagne – ne è perfettamente cosciente: “Ravenna e un’ottima squadra – dice ancora Soos – ci saranno dei momenti difficili durante la gara, ma se ce ne dovesse essere il bisogno sappiamo di poter fare delle grandi rimonte e di poter imporre il nostro gioco. Il nostro staff sta lavorando duro come sempre e noi ci fidiamo di loro per fare una grande prestazione”. Per chiudere, l’ex giocatrice del Bèkèscsabai fa il suo personale bilancio sui primi mesi in terra isolana: “Mi piace tantissimo la Sardegna – conclude -appena ho un attimo per me vado al mare per una passeggiata, ma soprattutto amo il cibo e le persone, che sono sempre sorridenti. Devo ammettere che la famiglia Hermaea mi ha stupito per l’accoglienza e la professionalità che sa dimostrare ogni giorno”.

Squadre in campo domenica 26 novembre alle 17 al PalaCosta di Ravenna. La gara verrà arbitrata dai signori Andrea Rossetti e Sergio Jacobacci.

LEAD_Alfapaint_istit