B1 femminile girone A, Stefano Condina: “L’Abo Offanengo può giocarsela con tutti”

LEAD – SOCAF-Acquarial_C
Ufficio Stampa Abo

Di Redazione

Sta affrontando il suo secondo anno a Offanengo, lavorando dietro le quinte per allestire e gestire la rosa affidata nuovamente a coach Giorgio Nibbio.
Nella prima stagione in terra cremasca, la promozione dalla B2 alla B1 attraverso i play off, ora un inizio brillante nella terza serie nazionale (mai affrontata dal sodalizio), con la striscia di cinque vittorie fermata solo da Vigevano nell’avvincente match di domenica scorsa al PalaCoim (1-3). In casa Abo Offanengo, a fare il punto della situazione è il direttore sportivo Stefano Condina.
Contro Vigevano è arrivato il primo stop dopo cinque vittorie: in un duello serrato di alto livello cos’è mancato all’Abo? Un punto poteva essere meritato?
“Nei momenti finali dei set credo siano mancati coraggio e lucidità, ma reputo il risultato giusto e faccio i complimenti a Vigevano. Vedo sempre il lato positivo: affrontavamo una squadra costruita in estate per il salto di categoria, con diverse atlete che hanno militato in serie A, e abbiamo giocato per lunghi tratti alla pari. Questo ci può far essere fiduciosi per il prosieguo della nostra prima esperienza nella terza serie nazionale”.
Nonostante la sconfitta, diversi sono stati i segnali positivi: con la pallavolo espressa e in crescita fin qui, Offanengo può giocarsela con tutti in questo campionato?
“Siamo partiti per giocarcela sempre contro tutti, consapevoli che ci sono società che hanno costruito organici importanti per puntare al salto di categoria come Vigevano, Pinerolo, Trescore e Settimo Torinese, ma l’Abo Offanengo è un’ottima squadra, un gruppo forte che può e deve puntare sempre al massimo e quindi alla vittoria”
Sabato ci sarà la trasferta di fuoco a Pinerolo, al cospetto di un’altra “big”: cosa servirà all’Abo per tener testa all’Eurospin Ford Sara?
“Dovremo fare una partita perfetta in ogni reparto perché incontreremo quella che considero la squadra più attrezzata per puntare direttamente alla serie A, con un organico completo e una giocatrice come Natalia Serena che – per qualità tecniche e carisma – può fare sempre la differenza. Pinerolo ha avuto una battuta d’arresto nell’ultima gara persa a Palau, ma sono convinto resti la favorita del girone A. Noi ci proveremo, vogliamo cercare di andare a punti sempre e quindi anche a Pinerolo e vogliamo subito riscattarci dalla sconfitta casalinga di domenica scorsa”.
Per Offanengo un avvio di stagione positivo a 360 grandi, con l’ambiente che sta vivendo con grande entusiasmo la nuova avventura per quella che sembra una piazza in ascesa nel panorama nazionale.
“Questo è lo spirito del Volley Offanengo, si lavora tanto ma con grande entusiasmo e divertimento. Così il nostro presidente Pasquale Zaniboni ha costruito la società e questo clima si respira dal minivolley fino alla prima squadra. L’avvio di questa stagione non poteva che essere positivo; stiamo facendo bene in B1 ma anche l’intero settore giovanile è partito alla grande, grazie anche alla scelta mirata dei tecnici. Non solo in B1 abbiamo un ottimo coach come Giorgio Nibbio, ma anche nella base si è investito con persone qualificate come Riccardo Zanotti e Marianna Bettinelli, confermando Emanuele Verdelli”.
Una squadra, l’Abo, che sta facendo del collettivo la propria forza, come dimostrato per esempio domenica scorsa con gli ingressi di Martina Ginelli e Giorgia Rancati: sei soddisfatto della risposta globale di questo gruppo?
“Questo è un gruppo che ha un’anima, carattere e grande predisposizione al lavoro. Ho sempre pensato, a prescindere da chi parta titolare e chi è relegato in panchina, che un campionato impegnativo come la B1 abbia bisogno di tutti. Martina (Ginelli) e Giorgia (Rancati) sono state molto brave, entrando e cambiando l’inerzia della partita e per poco non ci portavano al tie break, ma la cosa non mi ha stupito perché, come tutte le loro compagne, si impegnano moltissimo in settimana e daranno sicuramente un contributo prezioso al nostro campionato che è solo all’inizio”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD – SOCAF-Acquarial_C