Superlega, risultati, classifiche aggiornate e sintesi

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Pallavolopadova.com

Superlega, risultati sesta giornata di andata

Cucine Lube Civitanova-Diatec Trentino 3-0 (25-22, 30-28, 29-17)

Sir Safety Conad Perugia-Gi Group Team Monza 3-0 (25-21, 25-16, 25-11)

Calzedonia Verona-Azimut Modena 1-3 (25-23, 18-25, 21-25, 20-25)

Kioene Padova-Biosì Indexa Sora 3-0 (25-22, 25-13, 25-23)

Revivre Milano-Bunge Ravenna 1-3 (25-19, 20-25, 17-25, 23-25)

BCC Castellana Grotte-Tonno Callipo Vibo Valentia 2-3 (27-25, 25-20, 24-26, 21-24, 14-16)

Taiwan Excellence Latina-Wix LPR Piacenza, giovedì ore 20.30

Classifica: Sir Safety Conad Perugia 15, Azimut Modena 15, Bunge Ravenna 10, Cucine Lube Civitanova 9, Diatec Trentino 7, Kioene Padova 7, Taiwan Excellence Latina 6, Tonno Callipo Vibo Valentia 6, Revivre Milano 5, Wixo LPR Piacenza 4, Calzedonia Verona 4, BCC Castellana Grotte 4, Gi Group Team Monza 3, Biosì Indexa Sora 1.

Note – Latina, Piacenza, Ravenna, Civitanova, Verona e Castellana Grotte una partita in meno.

QUI CIVITANOVA – Medei aveva chiesto alla sua squadra una reazione, la dimostrazione che c’era anche la capacità di reagire in una squadra costruita per vincere ma partita malissimo in campionato. Il 3-0 di Lube Civitanova contro Diatec Trentino dimostra che la reazione sicuramente c’è stata: i cucinieri si impongono in tre set ma con minimi scarti e in due frazioni su tre ai vantaggi. Il carattere della Lube viene fuori in particolare nel terzo set quando negano un set ball alla squadra avversaria e ribaltano il risultato andando a vincere. I tre punti per la Lube valgono il sorpasso in classifica ai danni di Trento ma soprattutto un po’ di fiducia in più.

QUI PERUGIA – Il Gi Group Team si rivela poco più di un buon allenamento per Perugia che inanella la sua quinta vittoria consecutiva per 3-0 in Superlega proseguendo il suo ‘pieno’ in classifica. Monza ritrova Barone ma deve rinunciare a Buti, tenuto precauzionalmente a riposo per un problema alla schiena. Perugia fa tutto molto bene e con feroce determinazione: i brianzoli riescono a reagire con un minimo di carattere nel primo set ma nel secondo si spengono e nel terzo crollano definitivamente. I numeri dei Block Devils parlano da soli sotto l’aspetto dei fondamentali. In senso negativo lo stesso discorso vale per Gi Group Monza che conferma il suo momento poco brillante: quarta sconfitta consecutiva in campionato (la quinta se si considera anche la trasferta di Coppa Italia a Trento) e mai un punto fuori casa.

QUI VERONA – Modena è l’unica squadra che riesce a reggere il ritmo infernale di Perugia in testa alla classifica: pur concedendo un set alla Calzedonia Verona, la Azimut Modena si conferma squadra in grado di lottare per grandi traguardi con Bruninho sempre splendidamente ispirato e una linea offensiva estremamente attrezzata ma soprattutto bene organizzata. Quando Modena reagisce al primo set perso e alza il livello di gioco, il salto di qualità è evidente anche per Verona che è costretto a subirlo. Il duello a distanza tra le due capoliste continua in attesa dello scontro diretto (dodicesima giornata, 17 dicembre): domenica, per Modena un altro esame in casa contro la rilanciata Civitanova.

QUI PADOVA – La Biosì Indexa Sora dà segnali di carattere e di buon gioco anche se con continuità ancora insufficiente e comunque non basta contro una Kioene Padova che costruisce tutto il suo gioco intorno a Gabriele Nelli che prosegue con le sue statistiche eccellenti in chiave offensiva, ancora una volta top scorer ed MVP. Nelli brilla al servizio, ben sei su 15 punti complessivi, alzando non solo la media offensiva ma anche quella a muro. Petkovic e Rosso, rispettivamente 12 e 11 punti non possono bastare a Sora che uscire da questo impasse non solo tecnico ma anche psicologico.

QUI MILANO – Splende la Revivre nel primo set ma è troppo poco per arginare la Bunge Ravenna che si scopre, forse sorprendentemente almeno per ora, terza forza del campionato per altro anche con una gara da recuperare. La Bunge gioca un volley essenziale, molto concreto che Milano soffre a contenere in particolare quando i romagnoli si presentano in campo con grande determinazione nel secondo e nel terzo set. Per Ravenna è la terza vittoria in quattro partite: una squadra che in prospettiva può crescere ancora.

QUI CASTELLANA GROTTE – Bella e interminabile battaglia fino al quinto set tra la BCC Castellana Grotte e la Tonno Callipo Vibo Valentia che conferma il gran carattere già apprezzato nella vittoria esterna di Monza di qualche giorno fa. I calabresi vanno sotto di due set pur facendo soffrire i padroni di casa, soprattutto nel primo set e poi, dimostrando in particolare nei rally più lunghi lucidità e condizione, rimettono in discussione la partita portandola al tie-break. La sfida prosegue in modo incerto per tutto il quinto set con i calabresi che per due volte sfruttano un break e altrettante volte vengono raggiunti e superati in furioso duello punto a punto che Vibo Valentia chiude al trentesimo scambio. Un punticino che fa morale ma non consola per Castellana che supera Monza, la sua prossima avversaria, in classifica a quota 4.

 

Prossimo turno – Domenica 5 novembre ore 18.00

Diatec Trentino- Calzedonia Verona

Azimut Modena-Cucine Lube Civitanova

Wixo LPR Piacenza-Revivre Milano

Gi Group Team Monza-BCC Castellana Grotte

Tonno Callipo Vibo Valentia-Taiwan Excellence Latina

Bunge Ravenna-Kioene Padova

Biosì Indexa Sora-Sir Safety Conad Perugia

 

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE