A1 femminile: Firenze al difficile esame Novara

Spalding_Leaderboard
Ufficio Stampa Il Bisonte Firenze

Di Redazione

A poco più di tre giorni dal posticipo di mercoledì sera contro l’Imoco Conegliano, domani Il Bisonte Firenze torna in campo per la terza giornata della Samsung Gear Volley Cup di serie A1: alle 17, al Mandela Forum, arrivano le campionesse d’Italia in carica della Igor Gorgonzola Novara, che sono reduci da due vittorie nei due match finora giocati in stagione e che hanno l’obiettivo di provare a ripetersi dopo aver conquistato il loro primo storico scudetto nella passata stagione. Non per niente la società piemontese ha aggiunto alle giocatrici del gruppo storico (Piccinini, Chirichella, Sansonna e Plak) altre campionesse del calibro di Skorupa, Egonu e Gibbemeyer, oltre a costruire una solida panchina per reggere l’urto del doppio impegno campionato-Champions. Il Bisonte comunque non ha nessuna intenzione di partire battuto: al di là dei numeri e della cabala (due vittorie su due l’anno scorso contro Novara e otto successi consecutivi al Mandela Forum), Marco Bracci sa di avere in mano una squadra che ha enormi potenzialità, e lo si è visto sia nella vittoria contro Monza che in occasione del ko per 3-1 al PalaVerde contro l’Imoco, non del tutto meritato visto come le bisontine sono riuscite a giocare alla pari contro una delle pretendenti al titolo. Domani quindi, anche grazie al sostegno del Mandela Forum, è lecito attendersi una grande partita: sfida nella sfida sarà anche quella fra gli opposti Egonu e Sorokaite, le due bomber di queste prime due giornate con 55 e 49 punti realizzati, mentre Bracci potrà contare su un gruppo quasi al completo, con Miloš che sta ritrovando la forma migliore e la sola Di Iulio ancora in dubbio.

EX E PRECEDENTI
Sono quattro le ex della sfida: tre militano attualmente ne Il Bisonte, e sono Sara Alberti, che è arrivata a Firenze proprio dopo una stagione a Novara in cui ha vinto lo scudetto, Ivana Miloš Prokopić, che vestì la maglia della Igor nella A1 2013/14, e Marta Bechis, che ha giocato a Novara per ben cinque stagioni fra il 2006 e il 2012; una invece difende attualmente i colori novaresi, ed è Stephanie Enright, sbarcata in Piemonte dopo la sua prima stagione italiana con i colori di Firenze. Per quanto riguarda i precedenti, fra A2 e A1 sono otto, con due vittorie de Il Bisonte (entrambe nei due confronti della scorsa stagione) e sei della Igor Gorgonzola (nelle prime sei sfide).

LE PAROLE DI MARCO BRACCI
“Novara è una delle squadre più quotate del nostro campionato, e giocarci subito dopo Conegliano è importante, perchè abbiamo subito un altro banco di prova: l’auspicio è quello di giocare una gara con lo stesso ritmo e la stessa intensità di mercoledì. Loro hanno delle attaccanti notevoli, e noi non ci dobbiamo far influenzare in maniera negativa da eventuali azioni eclatanti, perchè valgono un punto come le altre: dobbiamo pensare a una palla per volta, e guardare sempre avanti”.

LE AVVERSARIE
La Igor Gorgonzola Novara campione d’Italia ha cambiato allenatore, affidandosi alla guida esperta di Massimo Barbolini, nell’ultimo anno in Turchia come tecnico dell’Eczacibasi, e ha ulteriormente rinforzato il suo roster. In palleggio ci sarà la polacca Katarzyna Skorupa (classe 1984), prelevata dall’Imoco Conegliano, mentre l’opposto sarà l’azzurra Paola Egonu (1998), alla prima avventura fuori dal Club Italia; in banda dovrebbero giocare due confermate, l’olandese Celeste Plak (1995) e l’eterna Francesca Piccinini (1979), mentre al centro ci saranno probabilmente la statunitense Lauren Gibbemeyer (1988), arrivata dalla Pomì Casalmaggiore, e la capitana azzurra Cristina Chirichella (1994), confermata così come il libero Stefania Sansonna (1982).

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard