SuperLega: Civitanova soffre, ma si impone contro Milano

LEAD_BASE_ALD
Ufficio Stampa Lube Civitanova

Di Redazione

Un match acceso che ha fatto per un attimo vacillare le certezze della Cucine Lube Civitanova. Ma alla fine a spuntarla è stata proprio la squadra di Coach Medei, che si impone per 3-1, contro una Revivre aggressiva dall’inizio.

La gara a Busto Arsizio è stata divertente, ricca di emozioni e grandi giocate da entrambe le parti: un match deciso dalla qualità del gruppo di Giampaolo Medei con Christenson (MVP) in serata divina a dispensare palloni alle proprie bocche di fuoco. 18 punti per Sokolov ( 53% in attacco) e altrettanti per Juantorena (58%), 12 per Cester (3 muri anche per il centrale Italiano): questi i principali terminali offensivi dei Campioni d’Italia che stasera hanno dovuto dare il massimo per battere la squadra di Giani. Revivre che era partita bene nel primo set, addirittura avanti di 5 lunghezze (16-11), ma alcune imprecisioni sono costate care nel finale. Secondo parziale a favore dei tricolori, poi Giani cambia tre pedine inserendo Galassi, Piccinelli e Klinkenberg: i tre nuovi entrati, insieme ai colpi di Nimir Abdel Aziz (27 punti anche questa sera) e Cebulj (16 all’esordio stagionale), danno una marcia in più alla formazione meneghina (Galassi 9 punti ed il 71% in attacco e 4 muri, Piccinelli ottimo in ricezione e difesa), allungando il match al quarto parziale. Qui è una decisione arbitrale molto contestata a far pendere l’ago della bilancia a favore dei marchigiani che vincono, meritatamente, il match.

La Cucine Lube ha giocato con il lutto al braccio, e insieme a tutto il PalaYamamay ha ricordato con un minuto di silenzio Giuseppe Costantino, il tifoso scomparso sugli spalti domenica scorsa a Civitanova, onorando anche la memoria dello storico dirigente Fipav, Ivan Ciattini. Lodevole anche l’iniziativa del Club lombardo che ha distribuito sugli spalti una scheda biografica su Anna Frank in risposta alle polemiche nel mondo del calcio degli ultimi giorni.
Gianluca Galassi (Revivre Milano): “C’è veramente tanto rammarico. Da pronostico la Lube era favorita, ma abbiamo visto che anche contro le big, prima a Trento e stasera contro Civitanova, possiamo giocarcela. Manca solo forse un po’ di esperienza, di lucidità nei finali di set che come stasera ci sono costati il primo parziale soprattutto. Bella la reazione che abbiamo avuto nel terzo set, poi peccato nel quarto non aver concretizzato un vantaggio acquisito a metà parziale. Anche un punto contro la Lube non sarebbe stato male”.
Tsvetan Sokolov: (Cucine Lube Civitanova): “E’ venuta fuori la voglia di vincere questa partita. In questo momento non stiamo al massimo della forma però siamo stati bravi a gestire il match al momento giusto: sicuramente una bella gara contro Milano che ha giocato veramente bene, complimenti a loro. In questo periodo ci aspettano 4 gare in pochi giorni, dopodomani ripartiamo per Latina, praticamente non c’è riposo: dobbiamo recuperare al meglio riposando bene e pensando subito al match di domenica su un campo difficile”.


Revivre Milano – Cucine Lube Civitanova 1-3 (24-26, 22-25, 26-24, 22-25)
Revivre Milano: Sbertoli 1, Schott 5, Averill 3, Abdel-Aziz 27, Cebulj 16, Piano 3, Piccinelli (L), Preti 0, Fanuli (L), Galassi 9, Klinkenberg 2. N.E. Tondo, Daldello. All. Giani.
Cucine Lube Civitanova: Christenson 4, Juantorena 18, Stankovic 5, Sokolov 18, Kovar 6, Cester 12, Marchisio (L), Sander 7, Candellaro 4, Grebennikov (L). N.E. Zhukouski, Casadei, Milan. All. Medei.
ARBITRI: Zanussi, Venturi.
NOTE – durata set: 28′, 31′, 28′, 32′; tot: 119′.

In attesa di aggiornamento..

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC